Visita all’Esercito di Terracotta di Xian: informazioni e consigli

La città di Xian è ormai conosciuta in tutto il mondo per la presenza del sito archeologico che conserva l’Esercito di Terracotta e il mausoleo dell’imperatore Qin Shi Huang. Secondo me, la città è una tappa da fare durante un primo viaggio alla scoperta della Cina, e tra le tappe da fare non potete perdervi il bellissimo Esercito di Terracotta.

Esercito di Terracotta Xian

L’Esercito di Terracotta di Xian

L’Esercito di Terracotta di Xian, in cinese 兵马俑 Bīngmǎyǒng, si trova a circa 35km a est della città, in un distretto  chiamato Lintong, ed è parte del grande mausoleo del Primo Imperatore Qin Shi Huang. Qin Shi Huang è stato il primo imperatore cinese, che è riuscito a unificare sotto il suo regno l’immenso territorio cinese, nel III°secolo a.C. .

L‘imperatore ordinò che fosse costruita un’armata formata da migliaia di soldati per proteggere il suo mausoleo dopo la sua morte.
Soldati, arcieri, armi e bighe: sono stati trovati più di 8000 reperti che erano stati costruiti per ricreare nella maniera più fedele possibile l’esercito cinese che in quel tempo aveva sconfitto gli avversari creando un unico impero cinese.

Visitando questo sito ci si troverà davanti a capolavori che hanno più di 2000 anni di storia, e che sono il frutto di lavoro di più di settecento artigiani del tempo.
Dal dicembre 1987 il Mausoleo del Primo Imperatore e l’Esercito di Terracotta sono Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La scoperta

Nel marzo del 1974 un gruppo contadini di questo villaggio stavano scavando pozzo, quando ritrovarono i primi reperti di queste statue. Si dice che i contadini, a quel tempo, non riuscirono a capire l’importanza dei ritrovamenti, e fu solo uno di loro Yang Zhifa, a comprendere che era meglio avvisare le autorità.

Avvertite le autorità locali, furono mandate squadre di esperti che commissionarono degli scavi archeologici: da allora non si è più smesso di scavare, e il patrimonio che si è trovato è davvero inestimabile.
Nel 1979 gli scavi diventarono un museo visitabile e aperto al pubblico. Oggi sono visitabili tre scavi, che per praticità si chiamano: Fossa 1, Fossa 2, Fossa 3.

Xian visita all'Esercito di Terracotta

Questa zona è stata scavata solo in parte. L’area dove si trova l’Esercito di Terracotta è, infatti, un immenso complesso che fa da cornice alla grande tomba dell’imperatore, che è situata sotto una collina. La tomba è intatta e non ancora stata scavata. Non si sa, quindi, di preciso cosa ci sia dentro, ma secondo delle testimonianze ritrovate sembra si tratti di un ricchissimo mausoleo. All’interno si pensa si trovino anche i corpi di numerose concubine, che sembra abbiano voluto seguire il loro imperatore nella tomba, ma anche quelli di numerosi operai che sono stati rinchiusi nella tomba affinché non divulgassero i segreti della costruzione.

La tomba del primo imperatore non è ancora stata scavata perchè gli esperti dicono che la tecnologia attuale non permette di scavare nel mausoleo senza provocare ingenti danni a questo patrimonio. Per ora quindi non si sa cosa ci sia dentro questo mausoleo, mentre gli scavi continuano nell’area dell’Esercito.

Come arrivare all’Esercito di Terracotta

Se  non avete organizzato un tour del sito dell’Esercito di Terracotta con un’agenzia e quindi volete recarvi lì autonomamente, ecco come arrivare all’Esercito di Terracotta. Potete raggiungere il sito in taxi o in autobus.

Autobus

Se scegliete di andare in autobus avete due opzioni, dipende da dove alloggiate.

1. Dal centro città. Dovrete recarvi alla fermata metro Fangzhicheng e lì prendere autobus 306路 (游5路) 兵马俑.

Attenzione!! Lo so che molti siti dicono di prendere l’autobus alla stazione ferroviaria di Xi’an (East Square), in realtà da qualche settimana non è più così. Non so se è momentanea la cosa, ma alla data odierna – novembre 2019- per prendere il bus 306路 (游5) dovete andare a Fangzhicheng 纺织城.

autobus per esercito terracotta

Prendete la linea 1 della metro fino alla fermata finale di Fangzhicheng 纺织城. Una volta arrivati lì prendete l’uscita A.
Salite le scale della stazione giratevi subito verso sinistra, verso la strada principale, e poi voltate lì subito a destra, poco più avanti troverete la fermata 306路 (游5). (Non è necessario attraversare la strada, quello è il lato corretto. In ogni caso potete trovare anche delle indicazioni appena fuori la metro.)

  • Costo del biglietto: 5RMB. Il biglietto si compra a bordo.
  • Viaggio: 50-60 minuti circa, dipende dal traffico. L’autobus farà altre fermate, voi dovete scendere all’ultima.

2. Dalla stazione ferroviaria di Xian parte, invece, un altro autobus che vi porterà direttamente qui al sito dell’Esercito di Terracotta.

  • Costo del biglietto: 10RMB.
autobus stazione treni esercito di terracotta
Autobus che porta dalla stazione di Xian all’Esercito di Terracotta

Io ho usato la soluzione numero 1 quindi non so darvi maggiori informazioni sulla seconda opzione. Chiedete consiglio al vostro hotel su quale possa essere la soluzione migliore.

Fate attenzione a le persone che vorranno farvi prendere un autobus diverso, per farvi salire in bus turistici che molto probabilmente fanno anche altre tappe lungo il percorso, con l’intenzione di farvi fare acquisti.

Taxi

Un taxi o un auto privata che dal centro città vi porti fino all’Esercito di Terracotta può costare anche 150-170RMB solo andata. In questi casi vi conviene sempre contrattare un prezzo che comprenda andata, ritorno più le ore di attesa che l’autista dovrà fare. Gli hotel di solito forniscono questo servizio e sapranno aiutarvi.

Visita all’Esercito di Terracotta

Per visitare l’Esercito di Terracotta, se non avete acquistato il biglietto in anticipo recativi lì al mattino presto. In alta stagione spesso gli ingressi sono regolamentati per evitare troppo affollamento, quindi fanno entrare solo un numero preciso di persone al giorno. Quando sono stata io, in Novembre, non ho comprato il biglietto in anticipo sono arrivata lì e non c’era nemmeno tanta coda, in estate potrebbe essere diverso, quindi organizzatevi per essere lì prestino.

Una volta acquistato il biglietto (120RMB) potete entrare nel sito. Ci sono 700 metri da fare a piedi per raggiungere gli scavi, in alternativa ci sono dei piccoli shuttle bus elettrici.

Le fosse

Qui potete visitare la Fossa1, la Fossa2, la Fossa 3 e la sala espositiva delle armi e dei carri in bronzo.
Il mio consiglio è quello di lasciare per ultima la visita alla Fossa1, la più bella e la più imponente.

La Fossa3 è la più piccola ma è lo stesso molto importante perchè rappresenta il posto di comando. Qui si trovano statue di ufficiali.
La Fossa2 ha molta importanza dal punto di vista storico. Tramite questi ritrovamenti sono riusciti a capire quale fosse, a quel tempo, l’assetto militare in battaglia. Balestrieri, arcieri, bighe e fanteria sembrano pronti per la battaglia.
La Fossa 1 io l’ho visitata per ultima, e non potevo fare scelta migliore. L’emozione che si prova quando si entra lì dentro, e si ha davanti agli occhi tutte queste statue schierate, è unica.
6000 tra guerrieri, arcieri, balestrieri e cavalli che sembrano lì pronti ad entrare in battaglia. Le statue sono state fatte con dovizia di particolari: ogni espressione è diversa dall’altra e non esistono due visi uguali.

  Esrecito di Terracotta a Xian

Esrecito di Terracotta a Xian

Esrecito di Terracotta a Xian

Le statue sono alte quasi 2 metri, nonostante sembrino più piccole, e pesano circa 150kg. Originariamente erano anche colorate, ma il pigmento colorato, purtroppo, è andato perso.

Il sito è una delle maggiori attrazioni turistiche della Cina, secondo solo a Pechino che con la città Proibita e Piazza Tian’an men richiama ogni anno milioni di turisti.

Io ho cominciato la visita con la parte più museale, che spiega la storia del ritrovamento, Sala Espositiva dei Carri di Bronzo. Questo è l’edificio che si trova sulla destra appena passati i tornelli in entrata.  In seguito, mi sono mossa verso gli scavi partendo dalla Fossa 3,  poi la Fossa 2, e infine, per ultima la Fossa 1. Ne ho approfittato dell’orario del pranzo per visitare la Fossa 1 con un po’ meno confusione, un consiglio che mi sento di darvi.

Fossa 1 Xian Esercito terracotta
Fossa 1

Altre informazioni

In estate il sito può essere molto affollato quindi recatevi lì la mattina appena apre per acquistare i biglietti.

Se possibile cercate di evitare le visite durante le importanti feste cinesi, come il Capodanno, come la festa della Repubblica (prima settimana di ottobre), o il primo maggio.
Se volete maggiori informazioni su come e quando organizzare il vostro viaggio in Cina: ”Organizzare un viaggio in Cina fai da te”.

  • Costo del biglietto: 120RMB  (in alta stagione estiva sembra siano 150RMB)
  • Guida. All’entrate potete anche noleggiare delle audio-guide per 40RMB l’una.
    Quando arriverete al sito ci saranno diverse guide, che si proporranno per farvi fare un percorso guidato.
  • Toilette. All’interno del museo i bagni sono gratuiti, mentre fuori sono a pagamento.

Consigli utili

Fate attenzione quando prendete l’autobus possono esserci dei bus abusivi, o persone che cercano di convincervi di non prendere l’autobus ma di andare con ”autista privato” che molto probabilmente farà tappe in negozi per farvi acquistare souvenir. Alcuni cercheranno di vendervi anche il libro che parla della scoperta di questo sito, dicendo che il libro riporta la firma del contadino Yang Zhifa.

Fuori dal sito dell’Esercito di Terracotta, potete trovare numerosi ristoranti che vendono cibo cinese e souvenir, il mio consiglio è quello di evitare queste strutture, o fermatevi per un pranzo senza molte aspettative. In questo caso il cibo non è il massimo e i prezzi sono alti.

Musoleo imperatore Qin Xian
Mausoleo

Terminata la visita all’Esercito di Terracotta, proprio vicino all’uscita, ci sono degli autobus che gratuitamente (basta mostrare il biglietto) vi porteranno al parco dove si trova il mausoleo dell’imperatore. Sono pochi chilometri di distanza.
La tomba è ancora chiusa, quindi non si ha la possibilità di visitarla. Tutto attorno alla collina dove si trova la tomba c’è un bellissimo parco. In molti sconsigliano di fare anche questa tappa. Io sono venuta perchè comunque è inclusa nel biglietto e il parco lì è davvero bello.


Se volete scoprire altre destinazioni in Cina vi lascio alcuni articoli:

 

11 commenti su “Visita all’Esercito di Terracotta di Xian: informazioni e consigli”

  1. Questo sito archeologico mi ha sempre affascinato e sarà sicuramente una tappa del viaggio in Cina che un giorno farò. Vedere da vicino l’esercito di terracotta deve essere uno spettacolo incredibile, unico al mondo; già le foto che avete fatto ne sono la testimonzia

    Rispondi
  2. Credo che trovarsi di fronte all’esercito di terracotta sia una di quelle esperienze super-emozionanti che non si possono dimenticare neppure dopo 50 anni. Penso che la Cina sia uno di quei Paesi non facilissimi da visitare, per il quale occorre avere una forte preparazione, eppure uno di quei viaggi che almeno una volta nella vita andrebbero fatti…

    Rispondi
  3. Questa è una delle opere più straordinarie di tutta l’umanità. Vorrei proprio andare a visitarla per rendermi conto di persona di cosa voglia dire trovarsi di fronte a un esercito sterminato di guerrieri in terracotta. Che mente pazzesca deve aver concepito un’idea così…

    Rispondi
  4. Ho seguito il viaggio su Instagram e la visita all’esercito di terracotta mi ha emozionata! Ma che meraviglia è?!? Mi piacerebbe visitarlo magari abbinandolo a un viaggio stile backpacker in Cina 🙂 Bell’articolo come sempre!

    Rispondi
  5. Xian è un luogo che vorrei visitare da diverso tempo. Ho visto una mostra qui in Italia sull’esercito di terracotta e le ho trovate davvero affascinanti; che poi in realtà alla mostra ci sono andata non immaginando che fossero delle repliche (pensavo fossero alcune delle originali) ma in realtà è stata ugualmente interessante.

    Rispondi
  6. Non sono arrivata fino in Cina, ma al Castello di Cerro, in provincia di Parma, c’è una riproduzione di 40 statue di questi guerrieri! In attesa di vedere quelli originali… 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!