Viaggio in Cina: il Guizhou, e le minoranze etniche cinesi

Guizhou, una Cina poco battuta, poco conosciuta. Pensavo di essere preparata alla Cina, dopo anni di conoscenza e di frequentazione, dopo odi et amo, dopo litigate e gesti di amore profondo, pensavo ormai di averla fatta mia. Invece, no.

Invece è arrivato un viaggio, tanto inaspettato e  improvviso, quanto sorprendente e molto particolare.

Guizhou, in cinese Guìzhōu 贵州,  è una bellissima regione cinese, ancora poco conosciuta e poco frequentata da turisti stranieri. Conosciuta forse da chi conosce la Cina perchè da questa regione proviene il Moutai, la famosa bevanda alcolica cinese  molto simile ad una nostra grappa vista l’alta gradazione.

Per conoscere la Cina bisogna osservarla e viverla da diverse prospettive, da diverse visuali, e ancora forse forse dopo anni di osservazione non la conosci abbastanza bene.

Viaggio in Cina

Mentre mi organizzavo per la partenza, mi sono immaginata quest’area in molti modi, ma forse mai in questo modo.

Ma si sa, la Cina in generale è così, ha la capacità di sorprendere, sconvolgere e ribaltare pensieri, aspettative e credenze.

 

IL GUIZHOU

Il Guizhou è una regione situata nel sud della Cina, tra regioni molto più note e famose al turismo: il Sichuan a nord, lo Hunan a est, il Guangxi (con Guilin e le sue bellissime risaie) a sud e lo Yunnan a ovest.

Guizhou Cina

Questa regione è in grado di racchiudere in sé diverse caratteristiche spesso agli antipodi tra di loro.

Se da un lato troviamo la “modernità” della capitale Guiyang con alti palazzi e centri commerciali e qualche hotel di lusso, dall’altro abbiamo piccoli villaggi che ospitano minoranze etniche dove il tempo sembra essersi fermato anni fa.

Le larghe strade delle città ospitano gruppi di motorini elettrici, ma spesso anche macchine costose e di grosse cilindrate. È la contraddizione che spesso caratterizza queste città.

Guizhou viaggio in cina

Allo stesso tempo anche nella capitale, si alternano strade con edifici nuovi, a zone dove si trovano palazzi grigi e fatiscenti, con aree che non sono ancora state ricostruite. Vicoletti che ospitano case fatiscenti, e i banchi del mercato cittadino con abitudini, consuetudini  e attività che sono testimonianza di tempi molto diversi.

Villaggi Guizhou

viaggio in Cina

Viaggio in Cina

Il Guizhou è anche folclore, caos (spesso, lo ammetto, anche un po’ di quella che noi definiremo “disorganizzazione”) e allo stesso tempo molta, molta tradizione. La loro tradizione quella secolare, quella ben radicata, ben conosciuta e rispettata dalla sua popolazione.

Questi giorni alla scoperta della regione sono stata una vera sorpresa, una di quelle che ti fa capire che c’è sempre, sempre da imparare da abbattere pregiudizi e preconcetti.

 

VISITARE IL GUIZHOU

Non immaginate grandi metropoli come Shanghai o Hong Kong, o città con percorsi creati appositamente per i turisti. Immaginate una regione nel limbo tra tradizione e modernità, una regione che “scalpita” per crescere, per farsi conoscere al mondo, ma che racchiude in sé molta molta storia, tradizioni e cultura. Con il tempo, la regione ha fatto diversi cambiamenti e molti ne farà ancora, se si pensa che fino a qualche anno fa era una delle regioni più povere della Cina.

Sorrisi e persone. Con queste due parole mi sento di descrivere il viaggio, ed è questo il bagaglio emotivo che mi sono portata a casa, tornando molto ma molto più ricca. Bambini che non sanno ancora parlare, che hanno poco, quasi nulla, ma che hanno sorrisi che hanno davvero molto da comunicare.

Cascate Guizhou
黃果树大瀑 Huángguǒshù Dà Pù

La regione ha molto da offrire dal punto di vista paesaggistico e naturale. Dalle enormi cascate (cascate Huangguoshu 黄果树) alle foreste di bambù, dalle grotte più grandi della Cina (Zhījīn Caves) a villaggi di minoranze etniche arroccati tra terrazzamenti di riso (Ad esempio: Basha, Zhaoxing e Xijiang).

Guizhou viaggio in cina

Se nelle grandi città cinesi, il tempo vola velocemente, e sarete travolti dalle mille cose da vedere e da fare, dalla velocità con cui dovete muovervi per vedere il più possibile; nel Guizhou consiglio di prendere la cosa con più calma e farvi trasportare, trasportare dalle emozioni. Il Guizhou e i suoi paesaggi sono per un turismo “più lento”. Le distanze, non sembra, ma anche qui sono enormi, noi abbiamo cambiato hotel ogni notte, ma consiglio di scegliere delle tappe e di godervele appieno, di prendervi tempo per visitare i piccoli villaggi, per osservarli e viverli. La regione, infatti, offre bellissimi paesaggi e villaggi rurali.

Indipendentemente che la Cina vi piaccia o meno, ci sono posti in cui potete assaporare un’atmosfera diversa: la popolazione sorridente, gli anziani che giocano a carte, e bambini incuriositi dagli stranieri, rendono il tutto un’esperienza che riempie il cuore, e che vale la pena vivere. Ecco qui vi capiteranno bellissime occasioni di poter osservare la quotidianità delle persone, una delle cose più belle che un viaggio possa mai regalare.

Villaggio Mao Guizhou
Zhaoxing Dong Village

Paesaggi con  terrazzamenti di risaie che sanno incantare, che sono in grado di regalare viste diverse, che sono in grado di cambiare aspetto, e anche colore, a seconda del periodo dell’anno.

Trasporti

Sono arrivata a Guiyang con il treno veloce da Guangzhou, più o meno 4 ore di viaggio. La città è, infatti,  dotata di 3 stazioni ferroviarie che la collegano con linee ad alta velocità alla maggior parte delle città cinesi. Questo la rende perfetta come “tappa intermedia” se state facendo un tour della Cina da nord a sud, e siede diretti nel Guanxi (esempio a Guilin) oppure nel Guangdong, o a Hong Kong.

Guiyang ha anche un aeroporto internazionale che collega la città a molte città cinesi e asiatiche. All’interno della regione consiglio di studiare bene gli spostamenti, mentre si può utilizzare il treno per alcuni spostamenti, per altri consiglio di prendere un auto privata.

Come itinerario vi consiglio di inserire le visite ai villaggi delle minoranze etniche Miao e quelli della minoranza Dong (come il villaggio di Zhaoxing ) dove vivono ancora molte famiglie in tipiche case in legno.

Cucina

La regione è caratterizzata da una cucina dai sapori forti, il cibo piccante è spesso presente, e molto simile alla cucina dello Sichuan. Tra i piatti per cui la regione è famosa ci sono delle speciali patate e una zuppa di spaghetti di riso e intestino di maiale. Se passate per Guiyang tra le diverse cose da vedere, vi consiglio di andare a Erqi Road (二七路) dove si trova un area pedonale in cui potete mangiare dell’ottimo street food, in più se ci andate di giorno avere la possibilità di vedere anche bellissimo mercato cittadino. Qui non si vedono molto stranieri, e specialmente al mercato potete silenziosamente osservare spaccati di vita quotidiana.

Clima

Il clima della regione può essere molto caldo e umido in estate e molto freddo in inverno. Sono consigliate le stagioni intermedie. D’estate inoltre la regione diventa anche meta di turismo interno.

 

Guizhou


Una tappa insolita, non ancora gettonata dal turismo internazionale, che vi permette di osservare e entrare in contatto con una parte di vera Cina, autentica, e non molto nota. Ci sono stati alcuni imprevisti, il programma è stato rivisto “in corsa” ma questo è parte del viaggio, è parte dell’avventura.

E certo non tutto è perfetto. Sarebbe sbagliato dipingere un quadro dai colori nitidi e ben patinato, dove tutti è perfetto, efficiente, organizzato ai massimi livelli. Ma non è così.  Ed è proprio quest’imperfezione che permette di assaporare la vera Cina, in un suo territorio ancora autentico.

 

 

20 commenti su “Viaggio in Cina: il Guizhou, e le minoranze etniche cinesi

  1. Non sono mai stata in Cina ma ne sono sempre stata affascinata. Mi piacciono molto le zone meno battute dagli itinerari turistici soliti, quindi terrò in considerazione il tuo post per un futuro (spero presto) viaggio in Cina

  2. Adoro la Cina, ma è un continente così grande che conoscere ogni zona diventa davvero difficile, però questa tua panoramica verso questa regione poco frequentata dai turisti mi ha lasciato davvero affascinata! Spero di poterci andare un giorno!

  3. Un paese così vasto che di sicuro un unico viaggio non basta. di questa parte della Cina ad esempio io non sapevo proprio nulla ..

  4. Complimenti Martina. Bellissimo post! Non ho mai provato molto interessa per la Cina, anche se ho sempre pensato che sia un altro mondo rispetto all’Europa, ma questo tuo articolo qualcosa mi mobilita. Deve essere un continente davvero affascinante. Questa cosa che appoggiano il cibo direttamente a terra un po’ mi fa impressione però……

  5. La Cina è uno dei paesi che a livello culturale, a mio parere, hanno più da trasmettere al resto del mondo. Tante tradizioni ricche di fascino e luoghi bellissimi a quanto vedo dalle foto, dove la modernità si scontra con la natura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.