Itinerario di viaggio in Thailandia

La Thailandia, conosciuta anche come il “Paese del Sorriso”, è una delle mete più affascinanti del Sud-est asiatico. Grazie alla sua storia millenaria, alla ricca cultura, alla sua cucina deliziosa e alle bellissime spiagge, un viaggio in Thailandia conquista sempre tutti.

Il paese ha origini antiche risalenti a oltre 5000 anni fa e ha attraversato diversi periodi e fasi che hanno plasmato la sua identità. Dal regno di Sukhothai al grande Impero di Ayutthaya, fino all’attuale monarchia costituzionale: la Thailandia ora custodisce un ricco patrimonio da scoprire ed esplorare che racconta la sua storia nei secoli.

La cultura thailandese è intrisa di cortesia, rispetto e spiritualità. Il buddhismo, la religione predominante, gioca un ruolo significativo nella vita dei thailandesi e questo risulta evidente nei numerosi templi sparsi per il paese e nei numerosi monasteri.

Organizzare un viaggio in Thailandia

Come già accennato, le cose da vedere in Thailandia sono tante, così come le attività da fare e le tappe da organizzare. Per questo, pianificare un viaggio nel “Paese del Sorriso” può sembrare un’impresa scoraggiante, specialmente se si desidera massimizzare il tempo e vivere al meglio le molteplici attrazioni di questa destinazione. Per questo, i viaggi organizzati come quelli di WeRoad si rivelano una soluzione ideale. I tour organizzati offrono itinerari ben pianificati che consentono di visitare diverse località senza preoccuparsi dell’organizzazione logistica. WeRoad, ad esempio, dà la possibilità di scegliere il tour a te più adatto in base alle date di partenza, alle destinazioni che vuoi toccare e al mood di viaggio. In più, durante la tua vacanza potrai condividere le esperienze con nuovi amici dato che vengono organizzati viaggi di gruppo composti da un massimo di 15 persone, divisi in fasce di età.

In un viaggio in Thailandia con WeRoad è sempre presente un coordinatore, ovvero un viaggiatore appassionato e formato che guiderà te e il gruppo in nuove avventure e si occuperà della parte logistica. Avrai, inoltre, accesso ad attività esclusive e spesso uniche che ti permetteranno di creare esperienze e ricordi da ricordare e da condividere.

Itinerario di viaggio in Thailandia

Un itinerario di viaggio in Thailandia comprende la scoperta di grandi città come Bangkok ma anche la visita a siti storici ed esperienze in località immerse nella natura. Un tour classico del Paese con i luoghi imperdibili dura all’incirca 12 giorni, ma chi ha più tempo a disposizione può esplorare anche luoghi meno conosciuti e più remoti.

Giorno 1-2: Bangkok

Bangkok, la vibrante capitale della Thailandia, è il punto di partenza ideale per il tuo viaggio. Qui ti consiglio di visitare il Grande Palazzo Reale, il Tempio del Buddha di Smeraldo e il Wat Pho con il suo gigantesco Buddha sdraiato. Per un’esperienza davvero unica esplora il mercato di Chatuchak composto da oltre 15.000 bancarelle tra street food, vestiti e altri articoli non potrai che perderti! Due mercati molto particolari ma diventati anche turistici negli ultimi anni sono: il mercato galleggiante (floating market) Damnoen Saduak e il Maeklong Railway Market. Per quest’ultimo è importante esserci negli orari giusti dato che qui tra le bancarelle del mercato passa per sei volte al giorno un treno che transita vicinissimo alle persone.

Tra i quartieri non perdere ci sono Siam Square, Chinatown, Sukhumvit e la celebre Khaosan Road, una via ricca di negozi ma soprattutto bar e locali molto frequentati sia di giorno che di sera. Ti consiglio anche una visita alla bellissima Casa Museo di Jim Thompson, un ex ufficiale americano divenuto un importante imprenditore e collezionista di arte del sud-est asiatico. In serata, non perderti l’opportunità di prendere un cocktail in uno dei rooftop bar più belli della capitale. Tra i più famosi ci sono: il Sirocco Sky Bar in cima al Lebua Hotel at State Tower o il Three Sixty Lounge.

Giorno 3: Ayutthaya

A circa 80 km a nord di Bangkok (poco più di un’ora di viaggio) si trova il parco archeologico di Ayutthaya, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Ayutthaya è stata la capitale del Regno del Siam e un fiorente porto commerciale dal XIV secolo fino a quando fu distrutta dai birmani nel 1767. All’interno del parco è possibile noleggiare biciclette per visitare il Wat Phra Si Sanphet, un importante complesso di templi che un tempo custodiva un Buddha ricoperto di 250 kg di oro. Non perderti anche Phra Mongkhon Bophit, una grande statua di Buddha in bronzo, e il Wat Phra Mahathat, dove si trova la famosa testa di Buddha tra le radici di un albero.

Giorno 4: Sukhothai

Il quarto giorno in terra thailandese è dedicato a un’altra bellissima città: Sukhothai. Situata a circa 400 km a nord della capitale Bangkok, si raggiunge in 5-6 ore di auto attraverso paesaggi davvero spettacolari. Fondata nel XIII secolo, Sukhothai è stata per secoli una delle zone più fiorenti e fertili della regione. La città moderna si trova a circa 12 km a est del parco storico di Sukhothai, dove sono conservate le rovine dell’antica capitale del regno che dominava gran parte dell’Indocina. Il sito è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e può essere visitato in bicicletta. Il cuore dell’antica città era di forma rettangolare, circondato da mura e terrapieni e aveva quattro porte d’accesso. Sono pervenute fino a noi circa 35 strutture antiche, come il Palazzo Reale, edificio centrale del complesso, e il Wat Mahathat, il più grande tempio dell’antica capitale.

Giorni 5-6: Chiang Mai e l’esperienza etica con gli elefanti

Il viaggio in Thailandia continua poi verso Chiang Mai. Da Sukhothai si devono percorrere meno di 300 km per raggiungere Chiang Mai, una delle città principali della Thailandia famosa per i suoi templi mozzafiato e i paesaggi incontaminati. Qui non bisogna perdere una visita al tempio Wat Phra That Doi Suthep, situato sul monte Doi Suthep a un’altitudine di 1056 metri ed è uno dei siti buddisti più sacri della Thailandia. Il tempio risale alla fine del XIV secolo ed è semplicemente uno spettacolo dato che per raggiungerlo bisogna percorrere una scalinata di oltre 300 gradini. In alternativa si può prendere una funicolare. Anche il centro storico (la Città Vecchia) di Chiang Mai è molto interessante e ricco di templi, negozietti e mercati locali che offrono diversi prodotti tipici. L’accesso alla Città Vecchia avviene attraverso quattro porte principali situate in ciascuna delle quattro direzioni cardinali. All’interno consiglio di visitare:

  • Wat Phra Singh, uno dei più famosi templi thailandesi, noto come “Tempio d’argento” per le sue eleganti decorazioni argentate.
  • Wat Chiang Man: il tempio cittadino più antico costruito nel XIII secolo.
  • Wat Chedi Luang: composto da un’elegante pagoda che una volta ospitava il famoso Buddha di smeraldo che ora si può vedere al Palazzo Reale di Bangkok.

Chiang Mai è anche la località in cui è possibile fare un’esperienza etica e sostenibile: trascorrere del tempo al Santuario degli elefanti. Qui si trovano gli elefanti feriti e maltrattati che sono stati salvati da diverse aree della Thailandia e possono vivere liberamente in un ambiente naturale a loro adatto. È possibile dare da mangiare agli elefanti o fare il bagno con loro. Un’esperienza davvero unica che conquista sempre tutti!

Giorni 7- 8: Chiang Rai

Sveglia presto e da Chiang Mai si possono percorrere 200 km in auto per arrivare a Chiang Rai, Capitale dell’antico Regno di Ngoen Yang. La città si trova nel cosiddetto Triangolo d’Oro, ovvero l’area dove si incontrano le frontiere di Thailandia, Myanmar e Laos. Qui si può visitare il Wat Rong Khun, meglio noto come il Tempio Bianco, che è uno dei siti simbolo della Thailandia. Si possono poi visitare il Monumento e lo Stupa del Re Mengrai, fondatore di Chiang Rai, e il Wat Phra Sing, un’importante testimonianza dell’architettura religiosa del Regno di Lanna. Consiglio di fare anche un giro in barca lungo il fiume Mekong, dove ho vissuto un’esperienza del tutto diversa da quella fatta durante il viaggio in Vietnam. Puoi andare alla scoperta delle zone più belle del Triangolo d’Oro fino a raggiungere Mae Sai, piccolo villaggio nel punto più a Nord della Thailandia.

Chiang Rai

Giorni 9 – 10 – 11 – 12: Relax a Phuket

Da Chiang Rai, poi, consiglio di ritagliarsi dei giorni di relax presso le bellissime spiagge di Phuket, considerate un vero e proprio paradiso. Si può raggiungere Phuket con un volo diretto dall’aeroporto di Chiang Rai. Phuket è l’ideale per chi ama le spiagge di sabbia bianca e fine bagnate da un mare davvero cristallino. La qualità delle acque richiama anche molti appassionati di immersioni. Bisogna ricordare che Phuket non è solo spiagge, qui ci sono molte attività da fare.

Oltre a numerosi sport acquatici come immersioni, canoa, o vela, puoi fare trekking nella rigogliosa foresta o escursioni in quad. Da non perdere una visita al Big Buddha, un Buddha gigante che si trova sulla cima di una collina che permette di ammirare una splendida vista sul territorio. Phuket, inoltre, è molto famosa per la sua vivace vita notturna e in particolare la città di Patong con la famosa Bangla Road ospita moltissimi locali, pub e discoteche.

Prepararsi al meglio per un viaggio in Thailandia

La Thailandia è un paese accogliente e ospitale che si può facilmente raggiungere dall’Italia. Non serve il visto per entrare nel paese per soggiorni fino a 30 giorni. È necessario avere il passaporto con 6 mesi di validità residua e almeno 2 pagine bianche. Quando si entra in Thailandia, inoltre, è necessario essere in possesso del biglietto aereo di uscita dal paese.

L’abbigliamento: in valigia metti abiti leggeri e confortevoli, capi tecnici e scarpe comode. Da non dimenticare l’abbigliamento adeguato a visitare i templi dove sono richiesti i pantaloni lunghi. Crema solare, cappellino e occhiali da sole sono consigliati non solo per le giornate di mare ma anche in città.

Assicurazione: Prima di partire è sempre meglio stipulare un’assicurazione viaggio con inclusa l’assicurazione medico-bagaglio.

Internet: Il WiFi è abbastanza diffuso ed è presente nonsolo negli hotel ma anche in molti ristoranti e locali. Se vuoi essere sicuro di avere sempre internet con te puoi pensare di acquistare una sim in loco o prendere una eSim prima di partire.

Spostamenti: A Bangkok e nelle principali città ci si sposta facilmente con tuk-tuk, metro, taxi o grab (scaricate l’app prima di partire). In altre zone della Thailandia può essere utile il noleggio di uno scooter.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!