Singapore: 10 cose da vedere e da fare, nella città del futuro

Singapore è una perla, una di quelle rare e pregiate. Situata all’estremità meridionale della penisola di Malacca, oltre all’omonima isola più grande, comprende una cinquantina di isole minori, di cui solo all’incirca venti sono abitate.

Ordine, pulizia ed efficienza, sono le caratteristiche principali di questa città stato che un po’ tutti sogniamo. A Singapore non esiste la caoticità del traffico vietnamita, o  i clacson di quello cinese. Rispetto ad altre mete in Sud- Est Asiatico è più cara, ma tutto viene ripagato dall’efficienza che regna nel paese.

Oggi vorrei darvi la mia lista di 10 cose che potete vedere o fare “nella città del futuro”.

1. MARINA BY THE BAY

A Singapore l’area di Marina by the Bay è diventata ormai il simbolo della città grazie al famoso hotel Marina Bay Sands. Il Marina Bay Sands è forse uno degli hotel più “particolari” e conosciuti al mondo: si tratta infatti di 3 alte torri, sormontate da una piattaforma a forma di nave denominata “SkyPark”.

Il complesso architettonico comprende un centro commerciale, pista di pattinaggio sul ghiaccio, negozi e ristoranti, un lussuoso hotel e un casinò. L’hotel è famoso per la sua bellissima infinity pool o piscina a sfioro (la più alta al mondo), così chiamata proprio perchè sembra sia infinita, sembra di poter nuotare senza avere confini, e potendo godere di un ottima vista sulla città.

Alla sera non perdetevi lo spettacolo di fontane e luci che viene fatto proprio nella baia davanti al Marina Bay Sands, dura all’incirca dieci minuti ed è meraviglioso. 

 

2. SINGAPORE DALL’ALTO

Singapore

Essendo il Marina Bay Sands un hotel, l’uso della sua famosa piscina rimane riservato agli ospiti dell’albero. Se non rientra nei vostri piani soggiornare lì, potete comunque decidere di ammirare Singapore dall’alto salendo alla Tower n°3 dove si trova un punto di osservazione.  L’Observation Deck permette di ammirare dall’alto tutta la città.

Costo: Il costo del biglietto è di $23 SGD per gli adulti e di $17 SGD per i bambini dai 2 ai 12 anni.
Orari
: Lunedì – Giovedì: 9.30am – 10pm. Venerdì – Domenica : 9.30am – 11pm
Info: www.marinabaysands.com

In alternativa, se non volete salire all’Ovservation Deck, potete decidere di salire nella torre per bervi qualcosa in uno dei rooftop bar, come il Cé la Vi che potete trovare nella Tower 3. I prezzi anche per un semplice succo di frutta sono altini, e bisogna fare attenzione al “dress code” richiesto. Il locale è, infatti, un rooftop bar e ristorante, e specialmente nelle serate durante i weekend diventa un frequentato locale notturno, con prezzi per le consumazioni che possono essere davvero alti. La vista da lì vi regala, comunque, una bellissima sorpresa. 

Nella Tower 1 nella Tower 2 sono presenti altri Club e ristoranti da cui potete godere di un ottima vista: Spago dining room by WOLFGANG PUCK, e il LAVO Italian Restaurant & Rooftop Bar.

 

3. SINGAPORE BOTANIC GARDEN

  Botanic Gardens 

Inserito nella lista dei tre giardini botanici al mondo ad essere Patrimonio dell’Unesco, questa è veramente una tappa che non potete perdervi. Un polmone verde nel cuore di Singapore, una passeggiata rilassanti qui è davvero consigliata. Se avete del tempo in più potete anche portarvi un libro per leggere.

Botanic Gardens Singapore

Botanic Gardens

L’ingresso a questi giardini  è gratuito, si paga solo il biglietto per il giardino delle orchidee $5.00 SGD.

Oltre ad essere un importante centro di ricerca, è davvero un giardino fantastico, dove potete ammirare migliaia di piante diverse. Questi giardini sono suddivisi per aree e ci sono dei cartelli e delle mappe che vi aiuteranno nell’orientamento

Si dice che l’idea di costruire questo giardino sia venuta nel 1822 da Sir Stamford Raffles, il “fondatore di Singapore”. I giardini sono aperti tutti i giorni con orario dalle 5:00 del mattino  a mezzanotte: www.nparks.gov.sg.

Botanic Gardens

4. GARDENS BY THE BAY

Gardens by the Bay è un’altra tappa obbligata durante la vostra visita a Singapore. È difficile descrivere con le mie parole la bellezza di questo posto

Il sito comprende 3 distinti giardini: Bay South Garden, Bay East Garden e Bay Central Garden. Il Bay south è il più grande dei tre giardini, aperto nel 2012.

Singapore Gardens
Fonte: www.gardensbythebay.com.sg

I gardens by the bay non sono semplici giardini, è un complesso caratterizzato da strutture avveniristiche e all’avanguardia. Simbolo di questo luogo sono i Supertree, 18 giganteschi alberi artificiali ricoperti con pannelli fotovoltaici nella chioma.
Vi consiglio di andarci magari nel pomeriggio visto che alle 19:30 inizia lo spettacolo serale di luci.
Una volta entrati potete scegliere se fare una semplice passeggiata, oppure visitare anche la parte a pagamento. Vi consiglio di acquistare il biglietto, perchè ne vale davvero la pena.

 Singapore Gardens by the bay

I due padiglioni a pagamento comprendono: Flower Dome e la Cloud Forest. 

Il Flower dome è una serra in vetro enorme, contenente moltissime varietà di piante e fiori provenienti da diverse parti del mondo.

Cloud Forest (la foresta pluviale) consiste in ambiente tropicale/pluviale ricreato con un percorso costruito attorno ad una montagna di circa 35 metri di altezza, con una cascata artificiale e tanti piccoli ecosistemi diversi che si possono vedere mano a mano che si fa il percorso fino alla cima della montagna.

Informazioni: Il biglietto costa $28 SGD.

Singapore Gardens by the bay

 

5. SENTOSA

L’isola di Sentosa rappresenta il paradiso dei divertimenti sia per i locali, che per molti turisti.Merlion Sentosa singapore

Il nome Sentosa in malese significa “pace e tranquillità”, ma l’isola attualmente è tutt’altro: una combinazioni di attrazioni, divertimenti, locali e spiagge. 

Oltre ad esserci il parco divertimenti degli Universal Studios, una riproduzione del Merlion il celebre leone simbolo di Singapore, negozi e locali commerciali.

Potete prendervi un cocktail in un dei locali lungo le spiagge oppure rilassarvi e prendere il sole qui.

Visitate la spiaggia di Palawan Beach dove attraverso un ponte di legno sospeso potete accedere ad una piccola isola che si dice essere “Il punto più a sud dell’Asia continentale”.

Singapore sentosa    

6. CLARKE QUAY e CLARKE STREET 

Se cercate un posto per trascorrere una serata tra ristoranti, pub e locali allora Clarke Quay è quello giusto. Locali con musica dal vivo, ristoranti sempre aperti, e il Singapore River a far da padrone a quest’area, forse un po’ turistica, ma carina. È giusto dedicarci una sera secondo me, con una passeggiata lungo il fiume e poi una cena in uno dei ristoranti della zona.

7. HOTEL RAFFLES

L’hotel Raffles non è un semplice hotel, è un esempio di architettura in stile coloniale, ed è una piccola città nella città. Non solo si trovano camere d’hotel, ma anche negozi, un museo, un teatro e un Lounge bar.

Vi consiglio vivamente di visitare questo hotel, e di provare il Singapore Sling al suo lounge bar.  Il Singapore Sling è un cocktail a base di gin, che era stato originariamente creato per permettere alle donne di bere in pubblico, dato che era loro proibito. Questo drink è stato, infatti, inventato nel 1915 da Ngiam Tong Boon che lavorava presso Raffles Singapore. All’epoca le donne non potevano bere alcolici in pubblico, ma il Singapore Sling ha dato loro questa possibilità, dato che assomiglia molto ad un succo di frutta.

Singapore Sling

 

8. QUARTIERI ETNICI: LITTLE INDIA, CHINA TOWN

Singapore non è solo grattacieli e hotel lussuosi, è anche una città composta da diverse etnie che qui convivono e che lasciano la loro impronta. Ecco i quartieri etnici che più mi hanno colpito: little India e China Town. Queste aree permettono di viaggiare anche se si è ancora a Singapore, di assaggiare cibi della cucina cinese o indiana, di perdersi nell’acquisto dei migliaia di souvenir.

Little India è un insieme di edifici dai colori vivaci, di profumo di curry. Qui le strade, forse, riprendono un po’ la caoticità più tipica dell’India.

China Town è caratterizzata dal rosso delle lanterne, e offre la visita a bellissimi templi come il Buddha Tooth Relic Temple, e il bellissimo Sri Mariamman Temple. Qui si può passeggiare tra negozietti dove comprare qualche souvenir a basso prezzo,bancherelle di street food, e anziani riuniti che giocano a carte. Sapete quanto ami la Cina, quindi sono un po’ di parte, ma vi consiglio di girare questo quartiere senza cartina, condendovi anche di perdervi e di assaporare con calma l’aria che si respira.

Singapore China town

 

9. ORCHARD ROAD

Avete presente la Fifth Avenue a New York? Ecco qui la viapiù in” di Singapore, la via dei negozi dei marchi del lusso, dei grandi centri commerciali è Orchard Road.

Qui potete camminare lungo puliti marciapiedi con alberi tropicali, ammirare le vetrine dei negozi, e farvi un giro al centro commerciale. Se non siete interessati ad acquistare qualche oggetto di qualche grande marchio potete farci solamente una veloce passeggiata.

10. HAWKER CENTER

Pensate che Singapore sia una città costosa e che si difficile mangiare bene a prezzi accessibili? Invece no. Vi consiglio vivamente di provare gli Hawker Center, che sono delle food court piene di chioschi in cui è possibile mangiare con meno di 10 euro a testa. Qui vengono serviti piatti etnici di diverse cucine e potete quindi sperimentare cibi diversi: dal cinese, all’indiano, al malese.  Uno di questi si trova proprio a China Town, il  Maxwell Hawker Center  dove potete scegliere tra più di 100 chioschetti in cui mangiare.

L’altro food court che abbiamo provato è il Lau Pa Sat Hawker Centre un altro “mercato coperto” raggiungibile a piedi da Chinatown, dove si possono trovare cucine da diverse parti del mondo. I prezzi sono davvero contenuti, e negli orari di punta può essere difficile trovare posti a sedere, ma basta avere un po’ di pazienza e qualche posto si libera.

 

 

 

17 commenti su “Singapore: 10 cose da vedere e da fare, nella città del futuro

    • Ciao! Per me è bellissima… davvero un meta che merita! Bella, pulita, efficiente . Parlano inglese, il cibo è ottimo, e se non è adatto che bisogna per forza spendere i miliardi per mangiare. Davvero bella, fammi sapere se riesci a programmare di andarci

    • Ciao! io ti suggerisco se vai calma e ti concedendo anche qualche momento di tranquillità e di relax (Singapore ha degli hotel carini, con piscine belle che magari è anche bello sfruttare, oppure ti va di rilassarti in spiaggia a Sentosa) penso 3/4 giorni. Se vuoi andare anche agli Universal Studios ti servono 4 giorni, perchè un giorno “lo perdi” lì.Fammi sapere hai bisogno di altre info! 🙂

  1. Sono stata recentemente a Singapore e ho visto tante delle cose che hai nominato (imperdibili) ma c’è sempre qualcosa che non sono riuscita a fare (Sentosa e giardini botanici) e che sicuramente mi terrò per la volta prossima!

  2. Mi hai fatto tornare una voglia matta di visitare Singapore! È uno dei luoghi che vorrei visitare nei prossimi anni, post così è coem se riuscissero a farmi viaggiare già con la testa ^^

  3. Ciao,

    é stato molto interessante per me leggere il tuo articolo. Io sono stata a Singapore il mese scorso e dopo 36 ore sono scappata a gambe levate perché proprio non mi é piaciuta. È molto curioso scoprire le percezioni diverse che si hanno nei confronti di un posto 🙂

  4. Voglio andarci anche io! Continuo a leggere delle meraviglie di Singapore e sento spesso pareri molto discordanti ma io vorrei tanto andarci per poter avere anche il mio!
    Quest’estate ci andrà mia cognata e soggiornerà al Marina Bay sands… che invidia!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: