Clocktower Rouen

Alla scoperta di Rouen e della Normandia

Se pensavo al nord della Francia fino a qualche settimana fa, me la immaginavo ventosa e fredda, soprattutto fredda, memore del film Bienvenue chez les Ch’tis (Giù al Nord), la pellicola francese a cui si ispira il film italiano “Benvenuti al Nord”.

In realtà questi regioni mi hanno regalato alcuni dei migliori paesaggi mai visti, e soprattutto un viaggio nel tempo e nella storia nei luoghi della prima e della seconda guerra mondiale.

Articoli e foto su Mont Saint-Michel ne trovate molti in internet, con informazioni e foto molto più belle di quelle che io posso cercare di fare… quindi vi parlerò dell’itinerario in Normandia che prevedeva visita alla sua capitale e alle altre città famose come luoghi dello sbarco in Normandia.

Atterrati all’aeroporto belga Charlerloi, abbiamo preso a noleggio una macchina con la quale ci siamo diretti verso la Francia, in particolare in Normandia.

Rouen.JPGIl nostro viaggio inizia con la visita alla città di Rouen, capitale della Regione Normandia, che conserva ancora un magnifico centro storico, ricco di antiche case a graticci e monumenti in stile gotico.

La città è anche famosa per esser il luogo dove venne bruciata viva Giovanna D’arco, in suo onore sono quindi stati costruiti il Memoriale di Giovanna D’Arco, la Chiesa Santa Giovanna D’Arco, e la Torre. La torre è ciò che rimane del castello eretto nel 1200, e qui si possono trovare pannelli, e ricostruzioni della prigionia di Giovanna D’Arco e della storia di quel periodo. La Chiesa, invece, eretta nel posto del martirio, rievoca nelle sue coperture le fiamme del rogo.

Rouen si presenta come la città adatta ad un fine settimana sereno, dove perdersi nelle sue viette, dove farsi coccolare dai suoi colori, dove farsi conquistare dai profumi della sua cucina.  _Rouen cathedral

Non potete mancare una visita alla Cattedrale Notre Dame. In completo stile gotico la Cattedrale di Rouen, costruita sulle fondamenta  di una struttura romana del XI secolo , è stata nel corso del tempo più volte distrutta e ricostruita, e ha subito i bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale. La cappella della cattedrale ospita le tombe dei duchi di Normandia, e una statua di Riccardo Cuor di Leone.

Le torri della Cattedrale di Rouen sono tre: la tour lanterne, la tour Saint-Romain, la tour de Beurre tiburio, la guglia in ghisa, è considerata la più alta di Francia, e tocca i 151 metri. La chiesa è diventata famosa anche grazie a Monte, che tra il 1892 e il 1893 dipinse diverse diverse volte la chiesa nelle sue tele.

_DSC7432.JPG

Lasciandovi la Cattedrale di Rouen alle spalle, proseguite dritti su Rue du Gros-Horloge e si aprirà davanti a voi il bellissimo Gros-Horloge, monumento simbolo della città di Rouen.
Quest’opera si compone di un’arcata, di un quadrante rinascimentale, di una fontana e di una torre campanaria gotica, tipicamente chiamate Beffroi.
La torre ospita le campane della città ed è uno dei meccanismi di orologeria più antichi d’Europa. L’orologio astronomico a due quadranti che possiamo ancora ammirare risale alla fine del 1300 ed è stato in funzione fino agli inizi del ‘900.

Clocktower.JPG

Alla fine non perdetevi il Parlamento di Normandia- Palazzo di Giustizia, uno dei più importanti edifici civili francesi, in completo stile gotico.

Bellissimo camminare per le stradine di questa cittadina e ammirare i piccoli negozietti, le boulangerie, e respirare un’aria diversa, come d’altri tempi. I colori di questa città possono ammaliarvi e conquistarvi, farvi fermare e farvi vivere una giornata o un fine settimana come estranei dal mondo, con i suoi tempi e la sua quiete. La città va vissuta e “assaporata” con tranquillità, e gli occhi con cui la guardiamo possono darle accezioni diverse: da vivace capitale della regione Normandia, a poco conosciuta (e timida) città d’arte e d’architettura.

rouen.jpg

Per questo soggiorno a Rouen noi abbiamo scelto di soggiornare presso un bellissimo Bed&Breakfast, Au Micocoulier che si trova all’interno della zona pedonale di Rouen.

IMG_8820

Ci siamo subito innamorati della sua atmosfera accogliente, e dato che presentava un’offerta per chi soggiornava durante la settimana, abbiamo deciso di provare!

Questa strutta si trova all’interno della casa di un artista, il signor Daniel, che vi farà sentire come a casa vostra. Poche stanze a disposizione, ma il posto è molto, tranquillo e la colazione si presenta eccezionale. Il signor Daniel, è stato molto gentile con noi, ci ha consigliato dove andare a mangiare, ci ha fornito indicazioni riguardo la città… Per non parlare di come sia stato fantastico svegliarsi con il profumo delle brioche!

 Il nostro viaggio dopo Rouen è proseguito verso i luoghi dello sbarco della Seconda Guerra Mondiale, che ho trattato in questo articolo qui: I luoghi dello sbarco.

15 commenti su “Alla scoperta di Rouen e della Normandia

  1. Uh, che bello, alla fine siete passati anche per Dieppe! Non vedo l’ora di leggermi l’articolo al riguardo! Intanto questo mi è piaciuto moltissimo.. Mi hai riportata tra i vicoletti di questa bella cittadina 🙂

    • sono d’accordo con te…! Ho visitato Bretagna e Normandia e mi sembrava proprio di esser in un mondo parallelo..! Fantastico per una vacanza rilassante, che allo stesso tempo ti permette di visitare posti nuovi e assaggiare buon cibo! 🙂

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: