mangiare in cina

Mangiare in Cina: consigli ed esperienze

Mangiare in Cina

Devo iniziare con la premessa d’obbligo che è impossibile descrivere in un articolo la vastità, la diversità, e i piatti della cucina cinese.
Qui voglio solo lasciare qualche personale consiglio ed esperienza, se magari vi avvicinate per la prima volta a questa cultura.

La prima cosa di cui voglio parlare è la conformazione e l’assetto del tavolo, che permettono un ottimo clima di convivialità e condivisione.
Nei tradizionali ristoranti cinesi si mangia in tavoli rotondi, con vassoio girevole in mezzo.
Proprio la conformazione del tavolo, permette una condivisone del cibo. Al centro del tavolo, infatti, è presente questo “vassoio girevole” rotondo in vetro, dove vengono posti tutti i piatti ordinati, in modo che facendo girare il vassoio, tutti possano assaggiare un po’ di tutto.

mangiare in cina
Tavolo in un tipico ristorante cinese

Anche quando si mangia a casa, e non al ristorante, i piatti vengono comunque divisi tra tutti e vengono messi al centro. Con questa modalità io non mangerò solo un piatto, ma avrò modo di testare e provare diverse specialità.

Mangiare in Cina, significa mangiare con le bacchette e spesso il pasto è accompagnato da del tè verde caldo. (Uno dei miei preferiti è il Pu’Er tea.)

mangiare in cina
Cena con i miei ex coinquilini a Shanghai

Ravioli cinesi

dumpling
Ravioli fatti in casa

Forse uno dei piatti cinesi più famosi. Comunemente sentiamo parlare di “ravioli” “dumpling” (in inglese) o “Dim Sum” (nella cucina cantonese), in realtà esistono diverse varietà di questo piatto.

Baozi 包子 : in Cina sono mangiati principalmente a colazione, un po’ come per noi le brioche. Noterete per le strade, al mattino, bancherelle che ne vendono, e gente sempre in coda per acquistarne. Sono un panetto imbottito, l’impasto è lievitato, e vengono cotti al vapore; il ripieno può essere di carne, di verdure, di tofu… .

Jiaozi 饺子 questi sono i ravioli che tipicamente troviamo al ristorante cinese in Italia, con ripieno di verdure, carne, pesce. Si possono cuocere in diversi modi: i più famosi sono sicuramente i ravioli bolliti in acqua calda, shuijiao 水饺.

Wonton 馄饨: sempre un tipo di ravioli ripieni. Famosi soprattutto nella cucina cantonese, vengono serviti in brodo, quindi come una specie di minestra.

Shaomai 烧卖: simili ai ravioli ma lasciati aperti, assomigliano a dei fagottini con ripieno. Anche di questi possiamo trovarne di diversi tipi e con diverse modalità di cottura ( e quindi diversi nomi).

Molto diffuso soprattutto ad Hong Kong e nel Sud della Cina è la tradizione della degustazione del tè con i Dim Sum, durante il week end è un po’ un equivalente del brunch europeo.

I ravioli sono un piatto per tutti, anche per vegani e vegetariani, in molti ristoranti, ormai, è  presente una sezione apposita nel menù.

mangiare in cina

mangiare-in-cina
Shaomai 烧卖

I pasti in Cina sono normalmente accompagnati dal riso bollito, in bianco. Il riso può mancare a tavola, se il pasto consiste nei noodles, gli spaghetti cinesi. Gli spaghetti principalmente possono essere di soia o di riso, e sono accompagnate da verdure, da pesce o da carne. Possono essere serviti anche con il brodo caldo, mentre in estate si mangiano anche freddi.
Anche per quanto riguarda i noodles, ne esistono un’ampia scelta e varietà, a seconda delle varie cucine regionali.

Tra le più famose e diffuse cucine regionali cinesi, io vi riporto:

  • la cucina Cantonese, uno dei piatti più famosi è proprio “riso alla cantonese” (riso saltato con verdure);
  • la cucina dello Sichuan, nota per il suo essere molto piccante;

 

mangiare in cina
Sichuan cuisine

Un altro piatto tipico è sicuramente l’anatra alla pechinese. Io non ne vado matta (per un fattore di scelta personale, più che per il sapore del cibo in sé) ma, se andate a Pechino lo troverete proposto in molti ristoranti.

mangiare in CIna- duck
Anatra alla pechinese

Pietanza a cui non sono ancora riuscita ad abituarmi ma che si presenta spesso nelle tavole è la zampa di gallina.

All’inizio per me l’impatto con questo cibo è stato tragico, detto onestamente, ne ero un po’ schifata. Ora stiamo arrivando ad una convivenza pacifica! 🙂

Street Food

mangiare in cina
Night Street food

All’inizio ero un po’ scettica, ma adesso ho imparato. All’inizio a Shanghai mangiare in cinaci ho messo un po’, ma poi ho trovato i miei “venditori” di fiducia, ma anche adesso a Guangzhou so scegliere.

Tra i primi fattori guardo la pulizia e la posizione. Non scelgo mai un venditore che si posiziona in zone troppe trafficate, vicino ai semafori di tangeziali, o dove ci sono, in generale, molte auto in coda davanti. (C’è già abbastanza smog nell’aria e non serve che anche il mio cibo ne prenda il sapore!)Piuttosto scelgo un venditore in qualche strada secondaria, o nelle strade di street food chiuse al traffico.
Ho assaggio un po’ di tutto, dagli spiedini di carne, ai baozi, dai noodles, alle verdure.
Alcune zone consentono ai carrettini di street food di arrangiare qualche piccolo tavolo con sedie, e quindi avete la possibilità di sedervi e gustare il cibo in tutta tranquillità.

mangiare in cina
La mia fornitrice di street noodles a Shanghai
mangiare-in-cina
Street noodles

Nella cucina cinese più diffusa, non è presente ma il formaggio ma si trova il tofu. Esistono diversi tipi di toufu, e questi vengono usate per preparare diverse pietanze come zuppe, noodles… .

mangiare in cina
Moutai

Per quanto riguarda gli alcolici:  la birra cinese più famosa è di sicuro la birra Tsingtao.

Ottima e leggera si adatta anche a chi come me non è una bevitrice.

Molto famoso in Cina è il Maotai (o Moutai 茅台酒) liquore ad alta gradazione, ottenuto dal frumento. La produzione di questo liquore richiede un processo di distillazione, rigido e  ben definito.

E voi quali sono i piatti che amate quando andate all’estero? La cucina che vi è più piaciuta durante i vostri viaggi?

Vi affidate allo street food o solo ai ristoranti tradizionali?

30 commenti su “Mangiare in Cina: consigli ed esperienze

    • Allora hanno diverse tipi di cottura, bollite, grigliate, fritte.. quelle bollite le presentano ancora con la pelle! A me ricorda un po’ la carne bollita che mangiava la bisnonna. Dentro non c’è tantissima carne, e il sapore boh non saprei dirti, sarà perché ogni volta sono intenta a non pensare, non guardare non annusare, solo fingere di mangiare finché nessuno mi guarda e tento di nascondere il pezzo sotto altro. 🙂

  1. I ravioli proprio non li sopporto! Ho provato a prenderli un paio di volte e ho dovuto lasciarli sempre.
    Mentre il riso alla cantonese rimane il piatto top , quello che preferisco e che ho sempre mangiato dalla prima volta che ho messo piede nei ristoranti cinesi! 😀
    Buono anche il pollo alle mandorle!

    • nuuuu davvero non ti piacciono i ravioli? peccato io ne vado matta! 🙂 se potessi mangerei solo quello, tanto che quando sono in Italia tento di farli anche in casa. Comunque come spiegavo ci sono vari tipi di ravioli, magari la tipologia che hai assaggiato tu (che suppongo sia quella tipica e diffusa che si trova nei ristoranti cinesi in Italia) non fa per te, ma spero tu possa avere occasione di assaggiare anche le altre tipologie che sono fatte con un tipo di pasta diversa, quindi potrebbero piacerti! Riso alla cantonese rimane il top anche per me, e quello che mangio di più a tavola, è la mia salvezza quando le altre pietanze ordinate non riscontrano pienamente il mio gusto! 🙂

  2. Che affascinante tour gastronomico! Ricordo la mia reazione quando ho visto in tavola le zampe di gallina – per i cinesi era così normale, io volevo scappare a gambe levate. Poi, però, mi sono tuffata nel riso e alghe e sono sopravvissuta… Io ho una predilezione per la cucina indiana, anche se a volte è troppo piccante. Mi piacerebbe tanto provare quella indonesiana. Con la cucina cinese ho ancora problemi, anche se certi piatti sono invitanti… soprattutto i ravioli! 🙂

    • Grazie mille! Anche a me la cucina indiana, anche se come dicevi tu a tratti è un po’ troppo piccanti, a tratti un po’ troppo speziata… 🙂 Le zampe di gallina sono state il mio incubo per un po’, ogni volta quasi pregavo che non le avessero ordinate tra i piatti del pranzo.. ma loro ne vanno così orgogliosi che le ordinano davvero spesso! 🙂 Molti piatti della cucina cinese sono invitanti, un po’ alla volta magari riuscirai ad affrontare tutto! 🙂 sono sicura che alcuni piatti ti piaceranno molto.:-) quindi aspetto news in merito! 🙂

  3. Io non vado matta per la cucina cinese, preferisco la giappo, però ammetto che quando andai a Pechino la qualità è la tipologia di cibo erano migliori che qui in Italia e ricordo che la mamma della ragazza che mi ospitò mi fece U ravioli al vapore a mano…Boni! Per non parlare delle fettuccine con uovo strapazzato brodo e pomodorini *.* Vero i tavoli hanno tutti il coso girevole per la condivisione 🙂 mi piace molto

    • Ti dirò anche a me la giappo piace molto, sono due cose diverse. Hai fatto una giusta osservazione, che il cibo cinese che mangiamo nei ristoranti in Italia è diverso da quello che si mangia qui in Cina. I ravioli ogni tanto provo a farli anch’io a casa (non sarò bravissima come la famiglia che ti ha ospitato)ma che buoni.. ! indimenticabili i “manicaretti” fatti in casa, no?:-)

  4. Le zampe di gallina mi fanno un po’ impressione! 🙂 Io ogni tanto un salto al ristorante cinese lo faccio volentieri, anche se sono molto abitudinaria (riso alla cantonese o al curry, involtini primavera, ravioli di gambero…), mi manca il coraggio di osare un po’ di più! 😉

    • Eh guarda all’inizio facevano impressione anche a me… ora ci sto prendendo mano! 🙂 ma all’inizio avevo gli incubi notturni con le zampe di gallina. Anch’io in Italia prendo piatti standard, ma quando sei qui in Cina inevitabilmente hai molteplici occasioni di testare diversi piatti e diverse cucine 🙂 Comunque quello che ti posso consigliare è di assaggiare un piatto nuovo ogni volta così esplori cose diverse e capisci cosa ti piace e cosa no..! 😉

  5. Prima di conoscere la cucina giapponese ammetto che quella cinese era l’unica che gradivo. Ora sono combattuta: amo il sushi e ogni tanto mi vizio con qualche piatto orientale.
    Ma ti prego… le zampe di gallina nooo!!! ahahah
    PS Sanno di pollo per caso? No, perché ogni volta che uno assaggia un piatto particolare sa sempre di pollo, vero? XD
    Un bacione :*

    • Ma sai che hai proprio ragione…!! le zampe di gallina Sanno di pollo adesso che ci penso!
      Comunque sono d’accordo con te: anch’io apprezzo moltissimo la cucina giapponese e soffro ogni tanto questa lotta interna. sono contenta di non essere l’unica! Grazie mille e Un bacione !

  6. Quando andai in CIna, ormai un’era geologica fa (era il 1999) ricordo che tra i miei piatti preferiti (si fa per dire) c’era una brodaglia dal contenuto oscuro da mangiare con un particolare cucchiaio in ceramica che aveva il manico corto (era lungo la metà dei cucchiai normali). Gli altri del gruppo mi guardavano esterrefatto nel vedermi mangiare sta brodaglia. Peccato però che non mi ricordo il nome….

    • Ciao Simone, quello che descrivi è un piatto che non conosco, ma sembra molto particolare! In quale zona della Cina eri? Amo sperimentare per cui non mi dispiacerebbe provare anche questo! 🙂

      • E’ una brodaglia che ho trovato un po’ dappertutto in Cina, da Pechino a Shangai a Guilin. Ricordo che talvolta ci versavo dentro il riso in bianco, così da farlo sembrare un simil-riso-in-brodo…. Ma in Cina ho trovato pure le farfalle al pomodoro della Riscossa, una marca poco nota in Italia ma che produce in Puglia, a 15 km da casa mia! Pensa l’emozione!

  7. Io ho un ristorante cinese praticamente sotto casa ed ogni tanto si prende qualcosa. Soprattutto i ravioli alla piastra, buonissimi, ed i primi. I miei preferiti sono gli spaghetti di riso con misto di verdure e carne. Il riso alla cantonese lo faccio spesso e l’anatra è la mia passione, ma è sempre congelata per cui l’ho presa davvero pochissimo. Altro cibo molto invitante è il nido di rondine.
    Lo Street food non è affatto tra le mie cose preferite, ma in tutti i luoghi.
    Non c’è una cucina straniera in particolare che preferisco, mi piacciono tantissimo vari piatti di differenti nazioni.
    Le zampe di gallina ricordo che mia nonna le metteva nella pentola per fare il brodo durante le feste natalizie, ma non penso che le abbia mai mangiate qualcuno 😉
    Mchan

    • Ciao! bello trovare altre persone come te appassionate di cucine e piatti diversi tra cui quella cinese! Ti invidio un pochino perchè anche a me piacerebbe avere un ristorante cinese vicino a cui, dove potermi “rifornire”.Gli spaghetti di riso piacciono molto anche a me, mentre per l’anatra come ho scritto nell’articolo non la prendo spesso. Ero scettica anch’io sullo street food ma alla fine ho ceduto, mi sono fatta un po’ di anticorpi con il tempo e adesso non ci penso più! 🙂

  8. Come avrai capito, sono amante dei ravioli. Mi incuriosisce molto la cucina cinese e non vedo l’ora di poter assaggiare le pietanze cucinate lì. Come per il sushi in Giappone, sono sicura che il cibo in Cina sia completamente diverso rispetto a quello che si trova in Italia! Per quanto riguarda lo street food, in Asia, ho qualche difficoltà a fidarmi e cerco, come te, i rivenditori che sembrano meno “luridi” 😀

    • Anch’io sono amante dei ravioli, e visto che dai commenti all’articolo non sembravamo le uniche ci ho scritto un articolo! 🙂 appena avrai l’occasione di assaggiare i ravioli in territorio cinese fammi sapere cosa ne pensi e quale tipologia ti piace di più! 🙂

  9. Molto interessante devo dire. Com’era facile immaginare la cucina cinese che mangiamo noi qui in Italia non è proprio la stessa cosa. Curiosa la cosa dei ravioli a colazione! Tra le cucine straniere che ho apprezzato di più direi quella irlandese (ottimi piatti di carne), quella spagnola (adoro le tapas di Barcellona), quella thailandese (datemi un piatto di pad thai e lo mangerò sul serio anche a colazione) e quella fijiana, fatta di ingredienti semplici ma gustosi (pesce appena pescato da non credere). Io mangio ovunque comunque, per strada, al ristorante, in macchina….non c’è problema!

  10. Troppo bello questo articolo! Immagino che parlare di tutta la cucina cinese in un singolo post sia impossibile, però hai dato una bella panoramica a chi, come me, conosce solo quello che di cinese si trova da noi, non essendo mai stata in Cina. Credo che l’impatto con la cucina e la cultura cinese per me sarebbe un po’ forte…ma non mi dispiacerebbe provare 🙂

  11. Ho sentito spesso questa cosa dell’evitare i venditori di street food che si trovano nelle strade trafficate, per evitare il saporaccio e anche di sentirsi male per lo smog assorbito dal cibo. Post interessantissimo, magari un giorno mi servirà per un giretto in Cina 🙂

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: