Altopiano di Asiago: escursione sul Monte Ortigara

Bellissima escursione sul Monte Ortigara, in una zona monumentale, che è stata teatro di aspre battaglie durante la prima guerra mondiale.
Il Monte Ortigara si trova nella zona dei Sette Comuni sull’Altopiano di Asiago, in provincia di Vicenza, ma al confine tra Veneto e Trentino.
Il territorio delle prealpi vicentine è caratterizzato da un vasto patrimonio storico riguardante la Prima Guerra Mondiale. In questi luoghi, infatti, la natura e il territorio portano ancora i segni di quello che è stato uno dei maggiori conflitti mondiali.

Monte Ortigara zona monumentale

Escursione sul Monte Ortigara

Con questa escursione visitiamo la zona monumentale del Monte Ortigara, partendo da Piazzale Lozze, arrivando fino alla cima del Monte Ortigara, per poi proseguire verso Passo dell’Agnella  e con un breve percorso ritornare immettersi nuovamente nella strada percorsa all’andata. Il percorso è lungo circa 7km andata e ritorno.

Informazioni

Sentiero: Cai 840/ 841
Partenza: Piazzale Lozze 1771 m
Arrivo: Monte Ortigara 2106 m
Quota massima: 2106mt
Dislivello salita totale: 350mt
Difficoltà:
E (Secondo le scale difficoltà percorsi escursionistici)
Lunghezza: 7km circa
Per maggiori informazioni: www.caiasiago.it

Una volta arrivati nella cittadina di Gallio, poco sopra Asiago, dovete seguire le indicazioni per raggiungere la località Melette-Campomulo. Dove passare prima il rifugio Campomulo, poi il rifugio Campomuletto.
Passato il Rifugio Campuletto si dovrà percorrere per circa 8km una strada sterrata, non asfaltata che può presentare anche diverse buche. Seguendo i cartelli marroni con le indicazioni “Monte Ortigara – Zona Monumentale” si arriverà a Piazzale Lozze.

Il percorso al Monte Ortigara

Da Piazzale Lozze inizia il percorso alla zona monumentale del Monte Ortigara.
Prendendo il sentiero 840, potete intraprendere un percorso che ripercorre parte della storia della Prima Guerra Mondiale.

Zona-monumentale Monte Ortigara
Una volta iniziato il percorso, dopo circa 20 minuti si arriverà alla Chiesetta del Lozze (1890 m), e qui si presenterà una prima tappa.
Dopo aver visitato la chiesetta del Lozze, posta vicino ad un piccolo ossario, potete proseguire con la visita alla colonna della Madonnina, che si trova in cima al Monte Lozze. In questa colonna sono incisi i nomi delle batterie di artiglieria che presero parte alla battaglia dell’Ortigara, e da questo punto potete godere di una bellissima vista.

Chiesetta Lozze_ Monte Lozze
Chiesetta Lozze

Escursione sul Monte Ortigara

Scesi da questo punto di osservazione potete proseguire il percorso con il sentiero n 840, detto anche “itinerario tricolore”. L’itinerario è segnato con delle bandiere tricolori, che vi porteranno fino a Baito Ortigara 1973m, dove si trova una piccola baita in cui rifugiarsi in caso di maltempo.

Escursione sul Monte Ortigara itinerario tricolore

Escursione sul Monte Ortigara: baito Ortigara
Baito Ortigara

Una volta qui bisogna seguire le indicazioni verso cima Monte Ortigara, tramite il percorso n 840.
Lungo la salita potete notare un bellissima trincea scavata nella roccia. Come segnalato dal cartello presente, la trincea è chiamata “Opera di Mecenseffy” dal nome del Comandante austriaco, Artur Von Mecenseffy che la fece costruire.
Dopo aver visitato la trincea si può procedere con la salita, fino ad arrivare alla cima del Monte Ortigara. Qui sopra si può trovare la colonna eretta in ricordo per non dimenticare le vittime che hanno perso la vita durante il conflitto mondiale.

Escursione sul Monte Ortigara

Escursione sul Monte Ortigara itinerario tricolore
Colonna in ricordo dei caduti

Discesa dal Monte Ortigara e visita al Cippo Austriaco

Da qui poi il percorso riparte seguendo le indicazioni verso il Cippo Austriaco e il Passo dell’Agnella.
Lungo questo percorso si possono incontrare delle trincee scavate nella roccia, e anche le lapidi di diversi militari, morti in battaglia.

 

Escursione sul Monte Ortigara

Proseguendo il percorso diventa un po’ più difficile, ma sono state messe delle corde, che aiutano a sorreggersi un po’ come un corrimano. Nulla che non si possa fare con un po’ di prudenza.
Il percorso ad un certo prevede anche l‘attraversamento di una galleria, chiamata “Galleria Biancardi” da nome dell’ufficiale comandante della Brigata Regina, il Colonnello Brigadiere Pietro Biancardi, che la sera del contrattacco austriaco finale (giugno 1917) aveva il comando della linea italiana nell’Ortigara.

Galleria Biancardi_Escursione Monte Ortigara
Galleria Biancardi

 

Galleria Biancardi_Escursione Monte Ortigara
Galleria Biancardi

Da qui poi si procede verso il Passo dell’Agnella, e il percorso vi farà arrivare nuovamente a Baita Ortigara, per poi scendere dallo stesso itinerario tricolore che avete percorso anche all’andata.

Escursione sul Monte Ortigara

Un percorso molto bello per tutti coloro che sono amanti sia della storia, sia della natura. Un itinerario per ripercorre tappe importanti della Prima Guerra Mondiale, e per non dimenticare le vite di tutti coloro che sono morti in questo conflitto.

Escursione sul Monte Ortigara

Gli itinerari che uniscono storia e natura sono sempre molto belli, altri itinerari che consiglio:

Ho trovato questo itinerario molto bello, e non particolarmente complesso, è stato un vero percorso immerso tra storia e natura.

E a voi piace fare escursioni o camminate in montagna? Conoscete altri percorsi simili?

 

3 commenti su “Altopiano di Asiago: escursione sul Monte Ortigara”

  1. Adoro praticare Hiking e fare trekking, in Italia ci sono tanti bei percorsi più o meno facili ma devo dire che quando sono stata ad Asiago mi sono innamorata di quel posto, una cartolina che porto ancora nel cuore. Mi segnerò questa tappa, sperando di poterci tornare prima o poi magari proprio con uno zaino sulle spalle.

  2. Itinerario davvero molto interessante: perfetto connubio tra storia e natura. Anche a me piacciono le camminate nel verde, sono davvero corroboranti per la mente

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!