Escursione a Cima Vezzena o Pizzo di Levico

L’escursione a  Cima Vezzena, che è conosciuta anche come Pizzo di Levico, o Piz de Levico, è una bellissima escursione che permette di ripercorrere parti di strade militari costruite durante la prima guerra mondiale, e di ammirare panorami bellissimi sull’Altipiano di Asiago .

Escursione a Cima Vezzena

Escursione a Cima Vezzena

L’escursione è uno di quei itinerari tra storia e natura che ci piacciono tantissimo. Il percorso non è difficile e si presta ad essere fatto come una bellissima gita domenicale.

Informazioni

Punto di partenza: Passo di Vezzena (1.402 m s.l.m.)
Percorso: Passo Vezzena – Forte Verle – Cima Vezzena (Piz di Levico)
Segnavia: SAT 205
Lunghezza del percorso: ca. 8 km (in totale. Dipende da quale percorso scegliete)
Dislivello: ca. 540 m
Altitudine massima: 1.908 m
 s.l.m

IL PERCORSO DELL’ESCURSIONE A CIMA VEZZENA

Abbiamo iniziato il nostro percorso di escursione a Cima Vezzena parcheggiando l’auto a Passo Vezzena, lungo la strada che collega Asiago e Lavarone. Da qui è iniziato il nostro itinerario a piedi seguendo le indicazioni verso Cima Vezzena SAT 205.

Escursione a Cima Vezzena

L’inizio del percorso è molto dolce tra prati verdi, campi e malghe. Dopo circa un chilometro si passa vicino al Forte Verle o Busa Verle, un ex fortezza austroungarica.
Si prosegue  su questa strada asfaltata circondati dal verde e anche da animali al pascolo. Non ci si può sbagliare, percorsi circa 2km dall’inizio del percorso si arriva al primo bivio. Qui potete fare una scelta:

  • prendere la strada più breve, ma più pendente. Tempo: 1.30
  • prendere la strada più lunga ma che sale molto più dolcemente. Tempo: 2.30 circa

 

Escursione a Cima Vezzena

Noi abbiamo deciso di salire per la strada più lunga ma meno ripida. Questa strada si snoda all’interno di un bosco che ci permette di salire all’ombra degli alberi, in tutta tranquillità.

Dopo meno di due chilometri vi troverete davanti ad un altro bivio, e voi dovete prendere a sinistra la strada militare austroungarica E7, che sale verso la cima,  e porta come indicazione Pizzo di Levico o Cima Vezzena.

Questa strada militare dopo diversi tornanti (e diversi chilometri) vi permetterà di arrivare in cima e di godere di un bellissimo panorama.

Escursione a Cima Vezzena-Piz Levico

Cima Vezzena o Pizzo di Levico

Una volta arrivati in cima il panorama che potete ammirare è davvero meraviglioso. Raggiunta la cima a 1908 metri vi troverete davanti un forte austriaco della Grande Guerra conosciuto come Forte Cima Vezzena. Il forte fu costruito dal 1907 , è conosciuto come l’Occhio degli Altipiani, e data la sua posizione, non era dotato di armamento pesante.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Martina Bressan |Travel Blog (@travel_and_marvel) on


Essendo un forte scavato proprio sulla roccia, aveva una funzione di osservatorio. Lo scopo del forte era l’osservazione dell’altopiano di Asiago e della Valsugana, visto la sua elevata posizione, e qui erano presenti solamente postazioni per mitragliatrici e una torretta di osservazione.
Proprio per la sua posizione strategica il forte riuscì sempre a resistere, e a nulla servirono i ripetuti attacchi italiani inflitti nel maggio 1915.
La facciata del forte rivolta verso Levico è ancora intatta, mentre l’altro lato rivolto verso l’altopiano è praticamente distrutto.

Forte Cima Vezzena
Forte Cima Vezzena
 Cima Vezzena
Cima Vezzena

L’attenzione e lo stupore di tutti sono catturati, però, dal bellissimo panorama che si può ammirare da lassù.
Hanno costruito anche una postazione di osservazione, dove si vedono i laghi di Levico e di Caldonazzo. Ma non solo, si vedono anche Cima Portule e Cima Mandriolo.

 Cima Vezzena
Panorama da Cima Vezzena

Il ritorno dall’escursione può essere fatto o prendendo la stessa strada dell’andata (lunga ma meno pendente) o prendendo la via più diretta, più breve ma più ripida. Noi in discesa abbiamo preso questa strada più veloce che, anche se nel primo tratto è molto ripida, si snoda poi in mezzo al bosco.

Altre informazioni

Questa è stata una bellissima escursione tra storia e natura, non difficile anche se non si è molto allenati.
Consiglio di portarsi dell’acqua e magari qualche snack, perchè lungo il percorso non ci sono fontane, e nemmeno una volta arrivati in vetta.

Parti del percorso possono essere particolarmente esposte al sole, quindi, in estate meglio avere un cappellino e anche della crema solare. I bastoni da montagna possono essere utili, e aiutarvi in determinati tratti lungo il percorso.

Escursione a Cima Vezzena

Altre escursioni che abbiamo fatto tra storia e natura nella zona, sono:

Questa è una zona molto ricca di sentieri e percorsi dove poter fare escursioni e trekking, dove si possono fare molte camminate in sentieri della Grande Guerra.

Se cercate un posto dove poter dormire o mangiare qualcosa potete fermarvi all’Hotel Ristorante Vezzena, in alternativa su Booking potete trovare moltissime strutture molto carine e ospitali.

Un grazie speciale a Stefania e Andrea che ci hanno accompagnato durante quest’escursione e ci hanno fatto scoprire questo bellissimo itinerario!

 

 

 

 

5 commenti su “Escursione a Cima Vezzena o Pizzo di Levico”

  1. I tuoi post, Martina, mi ricordano sempre i luoghi in cui andavo un milione di anni fa e dove non torno da troppo tempo. Quell’escursione è stata una delle protagoniste di un campo scout davvero memorabile per me.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!