Cosa vedere a Dubai: 10 cose da fare in cinque giorni

Vi ho già parlato in un precedente articolo di informazioni pratiche per prepararvi ad un viaggio a Dubai. Dubai è una città abbastanza particolare: c’è chi la ama e chi la odia. Per alcuni è solo un “parco giochi” dove tutto è costruito in maniera artificiale, mentre per altri è una meta in cui occidente e oriente si incontrano, è una città in cui regna il lusso e in cui tutto è possibile. A me, tutto sommato, piace. Le cose da vedere a Dubai sono molte. Si può visitare in un weekend lungo, oppure dedicare più giorni ed esplorare anche le località vicine. Se viaggiando con Emirates avete a disposizione uno scalo lungo a Dubai il consiglio è quello di prendere un taxi (o la metro) e di raggiungere in velocità alcuni punti salienti della città.

COSA VEDERE A DUBAI

Dai centri commerciali agli alti grattacieli, dalle moschee ai tipici souq: Dubai è una città in cui antico e moderno si coniugano creando un ambiente davvero particolare. Riporterò qui un programma generale delle principali cose da vedere a Dubai poi troverai degli approfondimenti per alcuni siti più interessanti.

La Dubai antica: i souq

La zona di Deira Dubai con i tradizionali souq, vale a dire i mercati, è una delle più antiche in città. Qui si possono trovare bancarelle e negozi che vendono diverse cose dalle spezie all’abbigliamento, dall’oro agli oggetti artigianali tipici. Il Mercato delle spezie, in particolare, è un incanto di colori e profumi, mentre al Souq dell’oro non potete perdervi l’anello più grande al mondo, il Taiba Najmat, che pesa ben 64 kg. (Stazione metro Al Ras o Baniyas Square)

Concediti un giro nella tipica barca di legno, l’abra, al costo di solo 1 AED potrai attraversare il fiume Creek e raggiungere l’altra sponda.

Al-Fahidi Fort

Attraversato il fiume Creek troverai l’Al-Fahidi Fort, un antico forte che nel Settecento era utilizzato a difesa della città mentre ora è stato riconvertito in Museo. Al suo interno, infatti, si può visitare il suggestivo Dubai Museum che ricostruisce la storia di questi territori. Considerato uno degli edifici più antichi della città, il museo offre un percorso storico su Dubai antecedente il suo boom economico e la scoperta del petrolio. Potete ammirare ricostruzioni di tipiche abitazioni arabe, di souq, di abiti e di tradizioni. Costo biglietto: AED 3.

Bastakiya e AL SEEF

Questo è un angolo della città che secondo me vale davvero la pena visitare perché mostra una Dubai diversa da quella che i più immaginano. La città emiratina non è solo una località caratterizzata da centri commerciali e grattacieli, ma anche aree antiche con elementi architettonici tradizionali.

In particolare, spingiti nell’antico quartiere di Bastakiya, dove è possibile ammirare le case note come “torri del vento”, che erano dotate di uno speciale sistema di aereazione che incanalava l’aria fresca verso il basso. Questo permetteva agli abitanti di trovare un po’ di refrigerio durante le calde giornate estive quando si possono toccare anche i 40°. Le case di un tempo ora sono state riconvertite in botteghe, negozietti, ristoranti o accoglienti hotel. Qui troverete diversi locali che offrono piatti di diverse cucine a differenti fasce prezzo.

Anche il piccolo, ma suggestivo, quartiere di Al Seef è una tappa da non perdere dato che vanta edifici tradizionali, ormai trasformati in negozi e botteghe, e un’area con spazi più moderni e contemporanei. Il quartiere sorge proprio lungo le sponde del fiume Creek dove è stato inaugurato un mercato all’aperto, ispirato allo stile arabo di un tempo, dove si trovano oggetti d’artigianato, abiti, spazi riservati all’arte e alle tradizioni locali.

The Frame (La Cornice)

Dalla zona antica con una veloce corsa in taxi è possibile raggiungere The Frame, ovvero La Cornice. Questa è un’attrazione abbastanza recente della città ed è un monumento alto all’incirca 150 metri che ha appunto la forma di una cornice. Tramite veloci ascensori è possibile salire nel punto più alto e raggiungere la passerella orizzontale che è formata da un pavimento in vetro. È consigliato visitarla al momento del tramonto per ammirare una vista suggestiva su tutta Dubai, antica e moderna.

Il Museo del Futuro

Aperto nel 2022 il Museo del Futuro si trova nella zona del Distretto Finanziario ed è considerato un vero e proprio capolavoro dell’architettura, progettato dagli studi di architettura Killa Design e Buro Happold. Il sito museale, infatti, si trova all’interno di un edificio di forma ovale con uno spazio vuoto al centro, mentre all’esterno sono presenti citazioni di Sua Altezza lo sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, primo ministro degli Emirati Arabi Uniti.

Costruito grazie alla Dubai Future Foundation, il Museo del Futuro è un sito che ospita percorsi sullo sviluppo tecnologico, sull’innovazione e sull’intelligenza artificiale.

Moschea di Jumeirah

La Moschea di Jumeirah è una delle poche moschee a cui hanno accesso i non musulmani e le donne. La visita al luogo di culto avviene tramite delle visite guidate realizzate da esperti del Schiekh Mohammed Center for Culture Understanding (SCCU) un’associazione che ha il compito di favorire lo scambio culturale tra mondo occidentale e islamico. Inaugurata nel 1979, la Grande Moschea di Jumeirah è stata voluta dallo sceicco Rashid bin Saeed Al Maktoum, ex sovrano di Dubai e padre dell’attuale sovrano. La moschea può ospitare al suo interno sino a 1500 fedeli e la sua architettura riprende lo stile di moschee presenti in Siria e in Egitto.

Durante la visita non si possono indossare pantaloncini troppo corti, scollature, abiti succinti e le donne devono avere corpo e capo coperti. Qui il sito ufficiale per info, prenotazioni e orari. Io sono arrivata fino a qui in taxi, in quanto non c’era una fermata della metro vicina.

Burj Khalifa Dubai

Queto è il momento forse più atteso del viaggio: la visita al Burj Khalifa, che è in cima alla lista delle cose da vedere a Dubai. Simbolo di Dubai, il Burj Khalifa è l’edificio più alto al mondo con i suoi 828 metri di altezza. Ho scelto di voler salire fino al piano più alto dell’edificio, prenotando in anticipo da casa il biglietto attraverso sito internet ufficiale. Si può salire fino al 148° piano At the Top, Burj Khalifa SKY a 555 metri. Qui ci sono piattaforme di osservazione che permettono di vedere Dubai e il suo golfo a 360 gradiNoi abbiamo prenotato la visita in orario pomeridiano in modo da potere ammirare da lì il tramonto su Dubai.

Il Costo del il biglietto per il 148° piano “At The Top” varia dai 399 ai 553 AED in base all’orario della giornata che selezionate. È abbastanza caro ma penso che ne valga la pena. Con questo biglietto non farete la coda per accedere ai piani, ma è incluso un passaggio prioritario. Potete raggiungerlo prendendo la metro sino alla fermata Dubai Mall, un passerella conduce sino all’interno del Centro Commerciale dove si trova l’entrata dell’edificio.

La Mer

Non troppo distante dalla moschea di Jumeirah si trova La Mer. La Mer è una zona di recente sviluppo che ospita un litorale lungo 2,5 km composto da bar, ristoranti, negozi e strutture di noleggio lettini e ombrelloni. Sono presenti tutti i servizi per coloro che vogliono usufruire della spiaggia come bagni e docce, mentre le acque del mare sono in genere calde e i fondali degradano lentamente. Gli amanti degli sport acquatici, invece, possono recarsi presso l’apposito centro per prenotare una delle numerose attività. In questa zona, oltre a numerosi ristoranti a diverse fasce prezzo, sono presenti siti di interesse come l’Etihad Museum che permette di conoscere la storia degli EAU e il Dubai Water Canal. Camminando per le sue caratteristiche viettà è possibile ammirare numerosi murales e creazioni di street art.

Madinat Jumeirah

Madinat Jumeirah è un complesso realizzato con l’intendo di ricostruire nelle sembianze un’antica città araba. Il complesso residenziale, inaugurato nel 2003, si estende per circa 40 ettari ed è uno dei più grandi degli Emirati. Potete visitare il suo bellissimo souq, ovvero il mercato coperto che è stato ricostruito con l’intento di rievocare gli antichi mercati arabi.

 Caratterizzata da canali che si possono esplorare con l’abra, Madinat Jumeirah è anche un luogo ricco di ristoranti che offrono diverse cucine internazionali. Sono presenti ristoranti per un pranzo veloce ma anche locali più eleganti e costosi. L’area è anche ricca di hotel e residenze di lusso che offrono servizi di altissimo livello.

Madinat Jumeirah è l’ideale da visitare sia di giorno sia di sera, da qui infatti è possibile ammirare una vista meravigliosa sul Burj Al-Arab noto anche come “la vela”, ovvero l’edificio simbolo di Dubai.  

Dubai Marina

A 25 km da Dubai Downtown si trova Dubai Marina, un quartiere nato negli anni Duemila che è d’obbligo visitare di giorno e di sera. Consiglio: corsetta per i runners (o camminata) a Dubai Marina lungo la Promenade (The Walk) di giorno, mentre la sera potete venire qui per cenare in uno dei ristoranti. In particolare, all’interno dell’edificio Pier 7 si possono trovare locali e cucine da tutto il mondo. È una zona molto amata dagli expat che vivono qui per l’alto numero di negozi e servizi ma anche per la vicinanza alla spiaggia (sia libera che attrezzata). In questa zona si trova anche il Dubai Marina Mall.

The Palm Jumeirah

The Palm Jumeirah è un insieme di isole artificiali che viste dall’alto hanno la forma di una palma. Queste sono state costruite con la sabbia bonificata dai fondali del Golfo Persico ed ora ospitano eleganti ville e strutture all’insegna del lusso. Potete raggiungere the Palm attraverso un treno, una monorotaia, che corre lungo “il tronco” della palma e la collega alla terra ferma.

È possibile ammirare dall’alto la Palma dal The View at The Palm, la terrazza panoramica che offre una vista a 360° sull’area e si trova all’interno della Palm Tower. Questa torre è un complesso alto 240 metri che offre una splendida vista sulle acque del Golfo Persico e sullo skyline di Dubai. Attraverso un percorso che permette di conoscere la nascita e la storia di Palm Jumeirah è possibile raggiungere il 52° piano della torre dove oltre al belvedere all’aperto si trovano una caffetteria e un negozio di souvenir.

Atlantis

A Palm Jumeirah si trova l’Atlantis che non è solo un lussuoso hotel, ma anche una piccola cittadina con negozi, ristoranti e molte altre attività da fare.

Consiglio di visitare l’acquario The Lost Chambers Aquarium ispirato alla città perduta di Atlantide dove sono presenti percorsi informativi sul mondo sottomarino. Per una giornata all’insegna del divertimento, invece, è possibile recarsi all’Aquaventure Waterpark che si estende su una superficie di 17 ettari ed è l’ideale per tutta la famiglia.

The Walk – JBR

JBR (Jumeirah Beach Residences) è una bellissima zona di Dubai che si trova proprio lungo la costa ed è caratterizzata non solo da spiagge attrezzate ma anche da negozi, bar e ristorantini. È presente un percorso pedonale di circa 2 km che porta sino alla ruota panoramica di Dubai (The Wheel) che si trova in una zona nuova e moderna. In alternativa è possibile rilassarsi in spiaggia grazie alle numerose strutture presenti che permettono di noleggiare lettini e ombrelloni.

Mall of Emirates

Il Mall of the Emirates è un grandissimo centro commerciale che al suo interno ospita numerosi negozi, ristoranti e diversi servizi. Ma quello per cui il centro commerciale è famoso è senza dubbio le piste da sci con neve artificiale, seggiovie, slittini e tutto l’occorrente per trascorrere una giornata sulla neve. I visitatori che scelgono di trascorrere qualche ora sulle piste possono noleggiare tutte da sci, guanti, scarponi e sci. La struttura organizza anche attività di intrattenimento per bambini e lezioni di sci.  

Dubai Mall

Il Dubai Mall è il centro commerciale per eccellenza. Sono abbastanza abituata ai centri commerciali che vedo in Cina che sono una delle attrazioni principali dei Cinesi durante i weekend, ma anche qui negli Emirati sono un luogo di passatempo, di ritrovo e spesso anche un rifugio dal caldo. Al suo interno oltre a mille negozi e boutique dei principali marchi internazionali si trovano anche due grandi magazzini (le Galeries Lafayette e Bloomingdale’s), un acquario e una pista da pattinaggio. Il centro commerciale ospita anche numerosi ristoranti di diverse cucine internazionali a prezzi anche convenienti.

Da qui si può ammirare anche lo spettacolo delle fontane danzanti che avviene ogni sera dalle 18:00 alle 23:00 proprio davanti al Burj Khalifa. AL rirmo di alcune canzoni internazionali e altre arabe vengono realizzati giochi d’acqua, di luce e musica che rendono questo momento serale uno dei più attesi a Dubai. Grazie alla fermata Metro Dubai Marina Mall è possibile raggiungere il centro commerciale tramite una comoda passerella.

Osservatorio Sky Views

Lo Sky View Observatory è una terrazza panoramica situata a 219,5 metri d’altezza che si trova all’ultimo piano dell’Hotel Address Sky View, non troppo lontano dal Dubai Mall.

Da qui è possibile ammirare una delle più belle viste dall’alto sulla città di Dubai. Oltre ad accedere all’Osservatorio è possibile (pagando un biglietto extra) accedere ad altre due attività: lo scivolo di vetro (Glass Slide) e la passeggiata sospesi sul cornicione esterno (Edge Walk). Per trascorrere una serata all’insegna del romanticismo, invece, è possibile cenare presso il Ristorante Sky 52.

Safari nel Deserto

Personalmente non ero mai stata nel deserto, quindi ho deciso di provare una delle escursioni che permettevano di scoprire quest’area fuori dalla città di Dubai. La città emiratina, infatti, si trova circondata da un deserto di 2.200.000 kmq. Ci sono numerose agenzie che organizzaziono escursioni di una giornata o mezza giornata alla scoperta del deserto arabo. Mano a mano che l’auto si allontanava dal centro di Dubai gli alti grattacieli lasciavano lo spazio a distese di sabbia che più ci si allontanava più prendevano il colore rosso.

Noi abbiamo optato per un’escursione che ci ha permesso prima di fare si un bel giro con il quad tra le dune del deserto sia il dune bashing in jeep. In particolare l’esperienza di Dune Bashing è stata davvero fantastica: sembrava di volare tra le dune del deserto. Infine, non perdete la possibilità di fare sandboardin, ovvero scendere dalle colline di sabbia con una tavola molto simile a quella da snowbaord.

La serata è terminata con una cena in un villaggio tradizionale beduino, dove hanno svolto uno spettacolo danzante. Onestamente questa la parte che mi è piaciuta meno della serata, dato che il campo era attrezzato con diverse bancarelle che vendevano souvenir, grandi fari e troppa gente che faceva molta confusione. Quella che pensavo sarebbe stata una tranquilla cena nel deserto è stata in realtà una chiassosa serata.

Giornata ad abu dhabi

Se ne avete la possibilità e il tempo consiglio di organizzare una visita in giornata alla città di Abu Dhabi che è la capitale degli Emirati Arabi. Abu Dhabi si trova nell’omonimo emirato e può essere raggiunta da Dubai tramite un viaggio in auto di circa novanta minuti. Una tra le tappe da non perdere ad Abu Dhabi è sicuramente la visita alla Grande Moschea dello Sceicco Zayed, conosciuta anche come la “Moschea Bianca”. Oltre a questo è consigliato visitare anche la Corniche (il lungomare), l’Emirates Palace, l’Emirates Towers, il Museo Louvre e per gli amanti dei parchi divertimento il Ferrari World.

Abu Dhabi moschea

Parchi divertimento

Dubai è una città che vanta moltissimi parchi divertimento. In particolare, all’interno del complesso noto come Dubai Parks and Resorts si trovano ben tre diversi parchi tematici (Legoland, Motiongate, e Bollywood Parks) e un parco acquatico (Legoland Water Park)

Altri parchi dove divertirsi: il Wild Wadi Water Park, il grande parco acquatico per grandi e piccini che possiede più di trenta differenti attrazioni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!