Cosa vedere a Treviso in un giorno

Treviso è una piccola cittadina veneta che si trova non lontano da Venezia. Caratterizzata da scorci pittoreschi, canali e da una cinta muraria ancora ben conservata e caratterizzata da porte monumentali, torri e fossati. Treviso è quel genere di città che si visita a piedi, e che è bello scoprire attraverso i suoi vicoli.

Qui vi parlo, quindi, di cosa vedere a Treviso con un itinerario che potete, anzi dovete, fare a piedi per il suo bellissimo centro storico.

Cosa vedere a Treviso in un giorno

 

Cosa vedere a Treviso

Treviso è una città piccola se confrontata con altri capoluoghi veneti come Vicenza o Padova, ma molto elegante e caratterizzata da un centro storico fatto di vie e canali. I due fiumi principali della città sono il fiume Sile e il Botteniga. Il Botteniga alle porte della mura di Treviso si divide in diversi rami, i cui principali sono: il Cagnan Grande o della Pescheria, il Cagnan Medio o canale dei Buranelli, il Cagnan della Roggia o Siletto. Per questo motivo, Treviso è detta ogni tanto, “Piccola Venezia“.
La città ha davvero molto da offrire, e una giornata potrebbe non essere sufficiente, ma è l’ideale per farvi un’idea di questa “città gioiellino.” Scopriamo assieme ora cosa vedere a Treviso.

Piazza dei Signori

È la piazza principale della città, il cuore di Treviso, dominata dal Palazzo del Podestà costruito con i tipici mattoni rossi, dove vediamo svettare la torre civica. Il Palazzo del Podestà ora è sede della prefettura.
In questa piazza si trova anche il Palazzo dei Trecento, che prende il nome dai 300 membri del Consiglio comunale che qui si riunivano, ancora oggi qui si tengono le riunioni del Consiglio Comunale.

Piazza dei Signori Treviso
Piazza dei Signori Treviso

Calmaggiore – Fontana delle Tette

Calmaggiore, conosciuta anche come via Calmaggiore è la via principale della città di Treviso, che porta da Piazza dei Signori a Piazza Duomo.
La via è caratterizzata da portici con negozi di marchi conosciuti e botteghe. Camminando lungo la via non perdetevi una piccola vietta chiamata dove potete trovare la famosa Fontana delle Tette.  La fontana che ammiriamo ora è una copia dell’originale che si trova custodita a Palazzo de Trecento, e rappresenta il busto di una donna, dai cui seni sgorga acqua. L’originale di quest’opera era stata costruita per distribuire vino bianco e rosso in occasioni di particolari festeggiamenti, come l’insediamento di un nuovo podestà.

Fontana delle Tette Treviso
Fontana delle Tette

Duomo

Il Duomo di Treviso non passa inosservato: le sue 7 cupole (cinque poste nella navata centrale ed altre due che nelle cappelle) si notano bene già in via Calmaggiore. La facciata del Duomo è in stile neoclassico. All’interno è possibile ammirare nella Cappella del Malchiostro la pala d’altare realizzata da Tiziano: l’Annunciazione Malchiostro.

Duomo di Treviso

Cosa vedere a Treviso: il fascino dei Buranelli

Una delle aree più affascinanti e suggestive della città: i Buranelli. Il canale dei Buranelli (o Cagnan medio) è uno dei rami in cui si divide il fiume Botteniga, e  prende il suo nome dai commercianti dell’isola veneziana di Burano, che nel Cinquecento venivano fino a qui per vendere il loro pesce.

È una zona di Treviso in cui è bellissimo perdersi tra case colorate, il rumore dell’acqua, i mulini e piccole viette. Tra queste vie possiamo trovare anche il Ponte Malvasia, che sa regalare, quello che secondo me è, uno dei migliori scorci di Treviso.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Martina Bressan (@travel_and_marvel) on

L’Isola della Pescheria

L’isola della Pescheria deve il suo nome al mercato del pesce che si svolge qui ogni mattina già dall”800.
Quest’isoletta è stata creata grazie all’unione di tre piccole isole, ed è circondata dal Canale di Cagnan. Questa è una zona molto suggestiva di Treviso. Se arrivate la mattina presto potete vedere l’allestimento e l’attività che si crea attorno a questo mercato collocato in un’area davvero suggestiva.

Isola della Pescheria Treviso
l’isola della Pescheria

Questa diventa, poi, una zona molto carina per bere un aperitivo la sera o mangiare qualcosa, perchè l’atmosfera che si crea è davvero speciale. Proprio in questa zona potete trovare anche Casa dei Carraresi, che situata in un antico palazzo medioevale è centro convegni ed esposizioni.Cosa vedere a Treviso: l'isola della Pescheria

 

Chiesa di San Francesco

Seguite il corso del Cagnan e attraverso strette viette e qualche portico arriverete al ponte di San Francesco. Attraversato il Ponte si presenterà maestosa davanti di voi  la Chiesa di San Francesco. La chiesa, con una pianta a croce latina, risale  al XIII secolo e qui conserva il sarcofago di Pietro Alighieri (figlio di Dante) e la tomba di Francesca Petrarca. Francesca Petrarca, figlia di Francesco Petrarca, si trovava a Treviso con il marito quando morì di parto nel 1384.

Chiesa San Francesco Treviso
Chiesa San Francesco

Loggia dei Cavalieri

La Loggia dei Cavalieri è stata costruita nel XIII secolo, quando era podestà Andrea da Perugia. La Loggia che ora è considerata uno dei simboli di Treviso,  e all’epoca aveva la funzione di luogo di incontri, tra nobili Cavalieri. 

Loggia dei Cavalieri Treviso

Le Riviere e il Quartiere Latino

Le Riviere sono una zona di Treviso che racchiude diversi punti interessanti, dove potete godere di ottimi scorci. Qui si trova il Ponte Dante, e a lui dedicato poiché il Sommo Poeta nella Divina Commedia, nel Canto IX del Paradiso, parla proprio di Treviso, e scrive: “dove Sile e Cagnan s’accompagna”. A metà del ponte si può vedere anche una stele in marmo proprio in onore di Dante.

Un’altra zona interessante è il Quartiere Latino, conosciuto come la zona dell’Università. Questa è un’area che si è sviluppata a partire dagli anni 2000, passando da zona ospedaliera a  polo universitario e quartiere residenziale. Camminando non potete perdervi il Ponte dell’Università costruito nel 2006 in legno d’acero, da qui potete ammirare una delle migliori viste sul fiume Sile.

Le mura di Treviso

Treviso- le mura

Le mura di Treviso si sviluppano per circa 5km e sono un esempio di fortificazione con cortine bastionate, porte monumentali, e torri circolari: questo, per anni, ha reso la città una vera fortezza. Parte di queste mura è ora percorribile a piedi, con una piacevole passeggiata. Le mura sono spesso luogo dedicato a chi ama fare passeggiate o correre, inoltre vengono organizzate diverse manifestazioni musicali ed enogastronomiche. 

Un’altra città in Veneto che ha un camminamento di ronda molto bella è Cittadella: Cittadella e le sue mura.

Cosa vedere a Treviso: Casa dei Carraresi e il Complesso di Santa Caterina

Tra i musei che consiglio di vedere a Treviso c’è sicuramente Ca’ dei Carraresi e il Complesso di Santa Caterina.

Il Complesso di Santa Caterina è sede dei Musei Civici di Treviso, e tra le opere più famose ospita gli affreschi delle Storie di Sant’Orsola di Tomaso da Modena. Il Complesso è formato dalla Chiesa e dal Convento di Santa Caterina, che ospita la sezione archeologica, e la galleria di arte medievale, rinascimentale e moderna.
Per informazioni su orari e biglietti: www.coopculture.it.

Casa dei Carraresi Treviso
Casa dei Carraresi

Casa dei Carraresi è così chiamata per la presenza dell’emblema della famiglia aristocratica Da Carrara sulla facciata. Casa o Ca’ dei Carraresi si presenta come un importante polo culturale, grazie anche alle mostre di carattere internazionale che ha ospitato in questi ultimi anni.
Per informazioni, orari e aggiornamenti sulle mostre:www.casadeicarraresi.it.

Se volete potete continuare la vostra scoperta del Veneto con città come Vicenza: Cosa vedere a Vicenza, la città del Palladio,  o con escursioni  e passeggiate:

 

 

 

 

17 commenti su “Cosa vedere a Treviso in un giorno”

  1. Devo ammettere che Treviso non mi ha rapito particolarmente il cuore (sono infatti stata qualche anno fa ma non ne ho ancora scritto), però si presta molto bene per una gita domenicale fuoriporta!

  2. Non sono mai stata a Treviso ma è uno di quei luoghi che ho sempre pensato meritino di essere visitati. Avevo sentito parlare del duomo e del canale dei buranelli ma vedo che c’è anche molto altro. Devo proprio 8mettere in programmo una tappa a Treviso.

  3. Bellissimo articolo, é un po’ che vogliamo visitare questa graziosissima cittadina, ora che il meteo é a nostro favore, non possiamo non andarci! Complimenti davvero per le foto, sono bellissime

  4. Qualche anno fa sono passata da Treviso per lavoro e mi aveva fatto un’ottima impressione tanto che mi era rimasta la voglia di ritornarci ma poi me ne ero dimenticata. Le tue bellissime foto mi hanno fatto ripensare a questa cittadina, magari potrei organizzare un weekend!

  5. Sono stata a Treviso tanti anni fa. Mi ricordo che mi aveva colpito soprattutto per la presenza dei canali e per le sue viuzze così romantiche. Spero presto di tornarci. Grazie x i consigli.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!