Cosa vedere a Pechino: 10 cose da fare a Beijing

Pechino, conosciuta anche in cinese come 北京 Běijīng, che letteralmente significa “capitale del nord” è la capitale della Repubblica Popolare Cinese.
Mao Zedong ha sancito il 1°ottobre 1949 la nascita della Repubblica Popolare Cinese, e con questa Pechino è stata proclamata capitale dello stato.
La città si presenta come la seconda più popolosa di tutta la Cina, seconda solo a Shanghai.

Cosa vedere a Pechino

 

Pechino è la città che ha ospitato i Giochi Olimpici nel 2008, e che ospiterà i giochi olimpici invernali nel 2022. Qui, antichi vicoli hanno lasciato il posto a larghi viali, case vecchie sono state abbattute e al loro posto si trovano centri commerciali e alti grattacieli.

Visitare Pechino

Cosa vedere a Pechino se ci si trova in città per qualche giorno? Impossibile scrivere una lista esaustiva di cosa vedere a Pechino, perchè la città riserva davvero tanto, tra opere architettoniche, musei, templi e bellissimi parchi.

Ecco qui una mappa con localizzati i principali punti di interesse così potete farvi un’idea di dove si trovano e delle distanze.

Muoversi a Pechino

La rete metropolitana di Pechino è economica, molto efficiente e consente di visitare i principali punti di interesse in città.

Vi lascio la mappa della metro in modo che possiate organizzare gli spostamenti al meglio. Potete cliccare sulla mappa per ingrandirla e consultarla.

Mappa metro Pechino
Fonte: www.bjsubway.com. Cliccate sulla mappa per ingrandire.

In alternativa potete anche prendere i taxi, ma potete rischiare di rimanere intrappolati nel traffico cittadino.

Se prendete un taxi ricordate di avere con voi l’indirizzo di destinazione scritto in caratteri cinesi, dato che i tassisti cinesi non parlano inglese, e non conoscono, in inglese, nemmeno i nomi dei principali punti di interesse.

Per tutte le informazioni su come organizzare un viaggio in Cina, ecco l’articolo: “Organizzare un viaggio in Cina: consigli e informazioni.

Cosa vedere a Pechino

1. Piazza Tian’an Men 天安门广场

La scoperta della città non può che partire da questa famosa Piazza: Tian’an men 天安门, che letteralmente significa Porta della Pace Celeste. Diventata famosa agli occidentali per i fatti avvenuti nel 1989, che hanno che hanno visto una dura repressione di studenti che manifestavano per la democrazia. La foto simbolo di quella protesta è quella  scattata da Jeff Widener, “Il rivoltoso sconosciuto di Piazza Tian an men” (foto di , Associated Press).

Piazza Tiananmen Pechino
(foto di Jeff Widener, Associated Press).

Attorno alla Piazza si trovano edifici in stile comunista, tra cui il Grande Palazzo del Popolo sede del Congresso e altri tra  musei e monumenti. Tra le tappe più importanti che qui consiglio di fare: il Mausoleo di Mao, Tian’an Men, che è la famosa porta in cui è appeso il ritratto di Mao, poiché proprio da qui fu lui a proclamare la nascita della Repubblica Popolare  Cinese il 1°ottobre 1949.

Un consiglio è quello di recarsi alla piazza al mattino presto per l’alzabandiera.

2. La Città Proibita

La Città Proibita, è detta anche Museo del Palazzo (故宫博物院), ed è uno dei maggiori capolavori dell’architettura cinese. Il nome deriva dal fatto che l’accesso ai Palazzi era proibiti alla maggior parte delle persone, solo alla corte imperiale e ai funzionari era consentito l’accesso. Questa è stata la dimora di 24 imperatori di diverse dinastie. Dal 1987 è Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO.

     Cosa vedere a Pechino_ Città Proibita

Nella lista “Cosa vedere a Pechino” la città proibita occupa il primo posto assieme a Piazza Tian’an Men, ed è una tappa obbligatoria. 
Per avere maggiori informazioni per programmare la vostra visita: www.en.dpm.org.cn. Potete arrivare qui  con  la metro, alle fermate: Tian’an men East o Tian’an men West.

Se volete conoscere e capire un po’ meglio una parte della storia della Cina vi consiglio di guardare il film: “L’Ultimo imperatore” film di Bernardo Bertolucci, che racconta la storia dell’ultimo imperatore regnante in Cina.

3. Parco Bei Hai e il Parco Jingshan

Sono due parchi che spesso chi viene in visita a Pechino non ha tempo di visitare.

Il Parco Bei Hai era un tempo parte della Città Proibita,  e al suo interno si trova il lago Beihai, con al centro l’isola che ospita una stupa alta circa 40 metri.

Il Parco Jingshan, invece, permette di camminare in mezzo al verde e salire fino in cima alla collina per visitare il padiglione e godere di un’ottima vista di Pechino dall’alto.

Città proibita Pechino

4.Gli hutong

Perdersi tra questi vivaci reticoli di viette, e di vecchie case. Gli hutong nascono come le case che ospitavano i funzionari imperiali e tutti coloro che prestavano servizio a corte. A queste persone non era permesso rimanere all’interno della Città Proibita di notte, e per questo si sviluppò per loro questo quartiere. Gli hutong si possono girare a piedi o a bordo di un risciò, io vi consiglio la prima opzione.

Nonostante siano diventati una zona turistica anche troppo frequentata, qui consiglio veramente di mettere la mappa nello zaino e di perdersi. Le zone più frequentate sono quelle nell’area della Torre del Tamburo e della Torre della Campana.

Viaggio in Cina

5. Tempio del Cielo

Immerso all’interno di un verde parco questo complesso sembra risalire alla dinastia Ming. Durante il periodo imperiale solo l’imperatore accedere al tempio. Al Qinian Dian o Tempio del Buon Raccolto l’imperatore pregava per avere un raccolto prosperoso. I colori predominanti sono il rosso, che è il colore imperiale, e il blu che rappresenta il colore del cielo.

6.Tempio dei Lama (Yonghe Gong) e Tempio di Confucio

Il Tempio dei Lama è uno straordinario complesso di templi a Pechino. Convertito in un monastero tibetano è un luogo di preghiera per molti cinesi. Non perdete l’opportunità di visitare tutto il complesso fino ad arrivare al Padiglione Wanfu dove si trova una statua del Buddha Maitreya, alta quasi 17metri e scolpita in un singolo blocco di legno di sandalo.

Tempio dei Lama Pechino

Cosa vedere a Pechino

Proprio davanti al Tempio dei Lama si trova il Tempio di Confucio risalente al 1302. Uno dei più grandi templi dedicati a Confucio che siano stati mai costruiti,  vale la pena visitare perchè un luogo davvero suggestivo.

Potete raggiungere i templi con la metro, alla fermata: Yonghe Gong (Lama Temple.)

7. Palazzo d’Estate

Il Palazzo d’Estate si trova a circa 15km dal centro di Pechino,  ed era il Palazzo adibito alla corte imperiale durante le caldi estate. Il complesso è molto esteso e si trova all’interno di un parco con la presenza anche del Lago Kunming.

Palazzo d'Estate Pechino

 

L’ingresso principale “Porta Orientale del Palazzo” conduce alle sale ufficiali, come la Sala della Benevolenza e della Longevità e la Sala delle Onde di Giada.
Da non perdere: la Collina della Longevità, dominata dalla Torre della Fragranza di Buddha, Il Lungo Corridoio finemente dipinto e decorato, e Il Giardino della Virtù e dell’Armonia.

Itinerario 10 giorni in Cina

 

Essendo un po’ fuori Pechino non sempre è possibile visitarlo, anche perchè richiede molto tempo. Consiglio di organizzare bene la visita in modo da visitare almeno i palazzi principali.

Potete arrivare qui  con la metro fermata: Beigongmen. Per informazioni su orari e prezzi dei biglietti: www.summerpalace-china.com.

8. Muraglia cinese

Non può mancare tra le cose da vedere a Pechino, la Muraglia Cinese. Eretta a scopo difensivo doveva proteggere dagli assalti dei Mongoli, e dei Manciù.

Beijing Grande muraglia

Grande Muraglia Pechino
Mutianyu

Esistono diverse sezioni della muraglia che sono visitabili, la più vicina alla città è la sezione di Badaling, che è anche, per questo motivo, la sezione più visitata. Le sezioni rimaste integre fino ai giorni nostri, sono state solo in parte restaurate. Le sezioni principali sono: Badaling (circa 70km da Pechino), Mutianyu (circa 90km da Pechino), Simatai (110km da Pechino). Collegata a quest’ultima sezione si trova anche quella di Jinshanling (circa 120km da Pechino), è possibile fare un percorso di trekking che collega queste due parti.

9. Tombe Ming

Se durante il vostro soggiorno a Pechino avete tempo vi consiglio davvero di visitare le Tombe Ming, un bellissimo esempio di architettura funeraria cinese. Le tombe accolgono i corpi di 13 sovrani della dinastia Ming, il complesso è stato costruito seguendo le regole del feng shui.

La tomba dell’imperatore Wanli, Ding Ling, è stata interamente scavata e aperta al pubblica. Quando gli archeologi la trovarono negli anni Cinquanta scoprirono assieme anche il suo immenso tesoro. Da non perdere, la Sala dei Favori Celesti, la Via degli Spiriti, e la tomba di Chang Ling. In particolare lungo la Via degli Spiriti potete notare 36 statue in pietra raffiguranti animali, soldati, ufficiali e animali mitologici, tutte figure che dovevano proteggere gli imperatori.

Le tombe si trovano a circa 45km dalla capitale. Molti tour propongono in giornata la visita alla sezione Mutianyu della muraglia e la visita alle Tombe Ming.

10. Il Distretto Artistico 798 o 798 Art Zone

Un distretto artistico sorto dove prima c’era una zona industriale; la fabbrica 798, era una delle fabbriche dell’area, ora riconvertita a spazio espositivo. Ora qui ci sono gallerie, mostre di arte contemporanea, conferenze, anche sfilate di moda, e numerosi artisti che hanno trovato qui il luogo dove poter esprimere ed esporre le proprie creazioni.

Cosa vedere a Pechino Art District 798

Un distretto dove la creatività fa da padrona, e dove spesso si respira un’area più internazionale.

Oltre a questo troviamo anche diversi negozi che vendono oggetti, librerie, bar e ristoranti, tutto inserito in un’atmosfera davvero particolare.

Shopping a Pechino

Per fare shopping a Pechino non potete perdere Wangfujing, una delle vie pedonali più famosi di tutta la Cina, come Nanjing Road a Shanghai, dove potete trovare negozi, centri commerciali e anche ristoranti.

viaggio in Cina

Non perdere, inoltre, il mercato notturno, dove potete assaggiare moltissimi cibi della cucina cinese. Oltre a Wangfujing anche il viale Qianmen 前门大 è molto famoso per trovare prodotti tradizionali cinesi, entrambe si trovano molto vicine alla Città Proibita.

Se, invece, siete appassionati di elettronica dovete andare a  Zhongguancun High-Tech Center (中关村科贸电子城) dove potete trovare moltissimi negozi che vendono prodotti di elettronica, ed eseguono anche riparazioni a prezzi davvero bassi.


Questi sono i suggerimenti che mi sento di dare per chi visita Pechino per la prima volta. Voi siete mai stati a Pechino? Avreste aggiunto altri suggerimenti a questa lista?

Se state organizzando un viaggio in Cina vi lascio qui gli articoli che potrebbero maggiormente di vostro interesse:

 

 

 

 

 

9 commenti su “Cosa vedere a Pechino: 10 cose da fare a Beijing”

  1. Ciao Martina, ho letto con immenso piacere questo tuo articolo. Quanti giorni consigli di fermarsi per vedere tutte le attrazioni che hai indicato?

    • Ciao Cristiana! Grazie del tuo commento. Per vedere queste attrazioni consiglio di fermarsi almeno 3/4 giorni… Poi dipende da come vuoi visitare i posti, c’è chi visita la Città Proibita in un’ora e mezza, e chi ci sta dentro metà giornata, alcuni anche di più.

  2. La Cina mi ha sempre incuriosita. Se potessi andare a Pechino, sicuramente mi recherei alla muraglia cinese, a piazza Tian’an men ma soprattutto visiterei la città proibita che ha ospitato gli imperatori con le loro corti ed i funzionari.
    Maria Domenica

  3. Ciao Martina! Ottimi consigli e spunti Per un viaggio in Cina! Mi hai fatto sognare… è bello scoprire luoghi così distanti da noi. Vado a leggere i tuoi altri articoli sulla Cina

  4. Credo che, ormai, la celebre fotografia del ragazzo di fronte al carro armato sia impressa nella memoria collettiva. È talmente forte e suggestiva!
    Leggendo, inoltre, ho provato a fantasticare riguardo a un mio viaggio in Cina e mi sono detta: “Why not?”.

  5. Questo articolo è fantastico! Ho una gran voglia di visitare Pechino e la Cina in generale. Ho visto diverse volte l’affascinante film di Bertolucci… Di sicuro, quindi, la Città Proibita non mancherebbe mai in una mia visita. Ma poi che nomi incredibili, quelli che includono termini come benevolenza o giada. Ti terrò presente 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!