Bunker-42 a Mosca: visita al bunker segreto della Guerra Fredda

Durante la nostra visita a Mosca, il Bunker-42 è una delle visite che più mi è piaciuta perchè è un vero viaggio nel tempo. Se siete appassionati di storia, in particolare di storia contemporanea e di guerra fredda.

Per me, visitare il Bunker-42 a Mosca è stata un’esperienza bellissima che ha permesso di rivivere momenti e avvenimenti storici. Il bunker è chiamato anche “Cold War Museum Moscow”, cioè il Museo della Guerra Fredda.

Se volete scoprire il nostro itinerario alla scoperta della capitale della Russia: “Cosa vedere a Mosca: itinerario di tre giorni”.

Bunker 42 a Mosca

 Il Bunker-42 a Mosca

Il Bunker-42, conosciuto anche come “Tagansky Protected Command Point”, o “GO-42”, si trova nel quartiere Tagansky, ed è stato costruito 65 metri sotto terra, come rifugio segreto che sarebbe servito in caso di un un attacco nucleare. Vista la sua vicinanza al Cremlino, in caso di necessità, Stalin e alle altre cariche di partito avrebbero potuto accedere al rifugio attraverso una serie di tunnel sotterranei. Il bunker aveva anche collegamenti alla stazione della metro nel caso fosse necessaria la fuga.

Mosca Bunker42_

Mosca Bunker42_

Questo rifugio blindato era stato progettato per ospitare almeno un migliaio di persone per circa 90 giorni di autonomia, senza sussidi dal mondo esterno.

Nel sito internet del bunker potete trovare tutte le informazioni riguardo le visite e gli orari. Una volta al giorno è organizzata la visita al bunker in lingua inglese. Per visitare il bunker vi consiglio di prenotare la vostra visita di gruppo con guida in lingua inglese, con po’ di anticipo. Noi siamo andati al bunker la sera, per prenotare la visita del giorno seguente. In alternativa potete prenotare i vostri biglietti nel sito internet: www.bunker42.com .

La visita al Bunker-42

Il bunker si trova vicino alla fermata della metropolitana Taganskaja. Dall’esterno sembra un normale edificio con un portone verde, passa quindi del tutto inosservato.

Questo bunker, acquisito da una società privata è stato restaurato, e reso un vero e proprio museo interattivo, con ricostruzioni, oggetti dell’epoca come telegrafi, maschere antigas, divise, e molto altro. Per questo il biglietto d’entrata è uno dei più cari di tutta Mosca, circa 1800 rubli.

Per visitare il bunker dovrete scendere 18 piani di scale a piedi, fino a raggiungere 65 metri sotto terra. C’è anche un piccolo ascensore, ma quando siamo andati noi hanno fatto scendere tutti a piedi. (Se avete bambini, o problemi chiedete di poterlo utilizzare, mi sono sembrati tutti disponibili e gentili.)

Il rifugio è composto da gallerie che vi porteranno ad accedere alle varie sale: stanze dei leader, sale di comando, sala delle simulazioni,… . Il tutto è ricostruito per farvi tornare indietro nel tempo.

Bunker-42 a Mosca
Sala di simulazione del lancio dei missili

La guida parlante inglese, che abbiamo avuto durante il nostro tour di gruppo, era vestita come un ufficiale del KGB e ci ha fatto calare nell’atmosfera della guerra fredda. La guida era molto brava, simpatica, e ci ha spiegato come funzionava il  bunker, il sistema di aerazione, i turni di guardia, i rifornimenti, i quadri di comando, e molto altro. Inoltre ci ha resi partecipi attraverso una partecipazione attiva, con giochi, domande, e simulazioni, esperienze pratiche.

Mosca Bunker42_

Mosca Bunker42_  Mosca Bunker42_  Mosca Bunker42

Mosca Bunker42_

 

Si dice che questo rifugio, ora diventato un vero Museo delle Guerra Fredda, sia l’unico aperto al pubblico, ma che ci siano altri 40 bunker nei sotterranei di Mosca. Non solo rifugi blindati, nella capitale russa sono presenti anche una rete di tunnel, gallerie, cunicoli scavati sottoterra.

Più che un museo, una vera macchina del tempo, in grado di riportarci indietro di oltre sessantanni. Questa visita di circa due ore è stata per me una bellissima esperienza.

Mosca Bunker42_

Ristorante Bunker-42

Nei sotterranei di questo rifugio, è presente anche un bar e ristorante ideale se volete passare una serata diversa. Noi ci siamo stati per cena, ma potete andarci anche solo per bere qualcosa. La serata era accompagnata da musica dal vivo, e il prezzo della cena aveva un buon rapporto qualità/prezzo. Consigliato se volete passare una serata diversa!

Ristorante Bunker-42
Ristorante Bunker-42

Informazioni sulla visita

  • Sito internet: www.bunker42.com
  • Durata della visita: Un’ora e mezza/due ore.
  • Biglietti: 1800 rubli con tour guidati di gruppo, in inglese e in russo.
  • Fermata della metro: Taganskaya(Circle Line #5).

Attenzione se soffrite di claustrofobia, o disturbi cardiaci valutate bene se fare questa visita. La guida prima di iniziare vi darà tutte le indicazioni in merito.

Bunker 42 a Mosca

Se siete appassionati di storia, in particolare del periodo storico della Guerra Fredda, questo è un museo davvero bello. Il costo del biglietto è  caro, quindi valutate bene. A me la visita è piaciuta molto, perchè è stata un’esperienza interattiva, in cui noi eravamo visitatori anche attivi e partecipi.

Voi avete mai visitato un bunker segreto, oppure musei così particolari?

 


 

12 commenti su “Bunker-42 a Mosca: visita al bunker segreto della Guerra Fredda”

  1. Spero che le scale non le facciano fare anche per risalire! 😀
    Davvero un articolo interessante, sembrano le immagini di un film. Grazie per avermi trasportato così lontano nello spazio e nel tempo.

  2. Ma sai che poco tempo ho visto un documentario su Focus che parlava dei bunker della Guerra Fredda? Però quello in erano entrati era in disuso, chiuso al pubblico e pieno di polvere. Dopo la fine della Guerra Fredda sono stati abbandonati e lasciati così. A me ha fatto impressione quando il tipo è entrato nella sala dove c’erano le tute / maschere antigas!

    È bello sapere che almeno qualcuno l’hanno recuperato!

  3. Davvero interessante Martina! Ovviamente non ne avevo mai sentito parlare. Dev’essere stato molto curioso scendere fino a laggiù sotto e scoprire tutte le varie stanze così come dovevano essere ai tempi della Guerra Fredda. Anche la visita in sé sembra bella, con la guida che si cala nella parte e che permette di vivere l’esperienza in modo interattivo… sono questi, secondo me, i modi per far sì che sempre più persone si interessino alla storia! 🙂

  4. La paura di un attacco di claustrofobia è stato il mio pensiero durante tutta la lettura dell’articolo… pensare di scendere 65 metri sotto terra in un bunker tutto blindatissimo mi fa veramente impressione!!
    Però avverto anche il fascino di questa visita, e della storia che narra!

  5. Deve essere molto bello e particolare vistare il bunker. Mi farebbe anche un po’ di impressione, pensare poi a come e perchè erano usati … comunque è una visita insolita e sei stata brava a trovare questo tour nel tuo giro per Mosca! Sempre bello scovare cose insolite da visitare!

  6. Certo è davvero un luogo particolare. Per assurdo, e ammetto la mia ignoranza, la cosa che mi ha colpito subito è il vedere convertiti i 65 mt in 18 rampe di scale! Pensando alle rampe e non ai metri fa un po’ più impressione in effetti e forse potrebbe essere anche un po’ claustrofobico per me.
    Bello scoprire poi che la visita è anche coinvolgente e divertente per quanto possibile! Se un giorno dovessi superare la mia quasi claustrofobia mi piacerebbe visitare questo Bunker!

  7. 18 piani di scale a piedi sono impressionanti! A me piacciono molto questi musei così curiosi. A Parigi avevo visitato il museo delle fogne che era completamente sotterraneo, a Istambul una cisterna interrata e ora a Torino il museo Pietro Micca, di cui parlerò a breve sul blog, che comprende un percorso nelle gallerie sotterranee settecentesche

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!