Annecy:cosa vedere nella “piccola Venezia francese”

 Annecy è una piccola e graziosa carina situata in Alta Savoia, nella regione Alvernia-Rodano-Alpi. La città situata non lontano dal confine svizzero, e a meno di due ore dal confine italiano, sorge attorno all’omonimo lago, che le regala un’atmosfera magica e quasi da cartolina.

Quest’estate non abbiamo organizzato grandi viaggi per agosto, visto che a giugno eravamo già stati in Giappone. Trovandomi all’ultimo, disperata e disorganizzata, per non rimanere a casa durante la settimana di ferragosto, Paolo ha preso in mano la situazione e ha deciso un viaggio verso nuove mete. La sua scelta è caduta su due città principali: Annecy e Ginevra.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#Annecy in #Francia🇫🇷 è chiamata la Venezia delle Alpi. È una piccola cittadina sorta sulle sponde di un lago. È caratterizzata da viette e canali. È molto carina come città! Noi abbiamo fatto il giro del lago in bicicletta. Voi avete scoperto delle piccole e caratteristiche città? #annecyfrance #annecylake #lacdannecy #annecytourisme #ilakeannecy #igersannecy #annecyvieilleville #annecylevieux #lacannecy #annecycity #annecy2018 #annecylavenisedesalpes #topannecyphoto #annecylife #annecycolors_official #annecymountains #annecyfestival #travelandmarvel #travelbloggeritaliane #progettoblog #bcctravel #france🇫🇷 #ig_annecy #igersfrance #visitfrance #visitannecy #welcometoannecy

Un post condiviso da Martina Bressan (@travel_and_marvel) in data:

Il lago di Annecy

Annecy è nota per il suo bellissimo lago “lac d’Annecyfamoso per essere il più pulito in Europa. Sin dagli anni Sessanta infatti, il lago è stato oggetto di restrittive e severe regolamentazioni ambientali. Sono disponibili diversi tour del lago in battelli o traghetti, in alcuni dei quali è possibile  anche mangiare a bordo.
Potete prendere in affitto un pedalò, una barca motore, fare numerosissimi sport acquatici oppure rilassarvi in una delle spiagge circostanti il lago.

Il lago è circondato da una bellissima pista ciclabile. Noi abbiamo deciso di noleggiare delle biciclette e di percorrere tutta la ciclabile attorno al lago per un totale di circa 40km. Facendo questo tour in bici si ha la possibilità di visitare anche altri piccoli paesini che sorgono lungo le sponde del lago, come ad esempio Talloires.

Annecy giro del lago in bici

Annecy
Ci sono diversi negozi che noleggiano biciclette di diverse tipologie (city bike, mountain bike, bici elettriche..) vi consiglio di recarvi presso il noleggio bici uno o due giorni prima il giorno previsto per l’escursione, perchè sennò rischiate di non trovare bici disponibili. Il costo di noleggio di una city bike per una giornata è di circa 20€. Per maggiori informazioni: www.annecy-location-velo.com

Lungo il lago si possono trovare numerose zone verdi. Bellissima l’area chiamata  le Pâquier, letteralmente “Il pascolo”, un’ampia  area verde,  che offre una delle più belle viste panoramiche del lago e delle montagne che lo circondano.

Annecy lago

Un’altra area verde che circonda il lago sono i Jardins de l’Europe. In questi  grandi giardini si conservano circa 250 alberi e piante, anche piuttosto rare: sequoie giganti, pini neri, tulipifero, e il rarissimo ginkgo biloba.

All’interno dei Giardini si trova il Pont des Amours, un ponte che attraversa il piccolo Canal de Vessé. Secondo la storia, questo ponte era luogo di ritrovo degli innamorati, ed la leggenda narra che rimarranno unite per sempre le coppie che si scambiano un bacio qui.

Il centro storico: la Vieille Ville

Annecy

Molti la chiamano la “piccola Venezia francese” o la “Venezia della Savoia” in realtà questa cittadina non ha molto in comune con le calli e i canali veneziani.

Non fraintendetemi Annecy è molto carina, si sviluppa attorno all’omonimo lago, e il suo centro storico è attraversato dal fiume Thiou, che la rende quindi una cittadina ricca di piccole viette, ponti e canali. Le acqua del lago di Annecy e dei suoi canali sono considerate tra le più pulite in Europa.

Vi consiglio di cominciare la visita alla città proprio dal centro storico, la Vieille

Ville, testimonianza della storia della città con edifici risalenti anche al XVI secolo. Il centro è solo pedonale, quindi avete la possibilità di camminare tra i vicoletti, tra case pittoresche, e perdervi tra ristorantini e negozietti.

Annecy conserva ancora dei resti delle porte, dei vecchi accessi alla città come la Porta Perrière e la Porta du Sépulcre, e Porta Santa Chiara, risalente al Quattrocento con un bellissimo orologio.

Durante il vostro tour della città vecchia consiglio di non perdere la chiesa di S. Maurizio, risalente al Quattrocento, la chiesa di San Francesco di Sales, e la Cattedrale Saint Pierre d’Annecy fondata nel 1523, si dice fosse frequentata anche da Jean-Jacques Rousseau. 

Annecy

Palais de l’Ile

Tra gli edifici principali, simbolo della città il Palais de l’Ile, monumento storico, di origine medievale, costruito su di un’isola naturale; è  un edificio dalla forma insolita, assomiglia alla  prua di una nave.

Nel 1355 Amedeo III di Ginevra decide di costruire questa casa fortificata per adibirla a zecca e coniare monete, e così sarà fino al XIV secolo. Nel XVI secolo la casa è trasformata in un Palazzo di Giustizia, dove si risiedono anche il tribunale e le carceri . L’edificio continua a conservare la sua funzione principale di prigione, fino al 1864 quando vengono costruite delle nuove carceri, il Palazzo dell’isola diventa un ospizio per anziani fino al 1880.

Attualmente l’edificio, grazie al CIAP, centro d’interpretazione dell’architettura e del patrimonio, ospita un percorso storico che permette di ripercorrere la storia del Palazzo. Si possono visitare mostre sull’architettura e sul patrimonio storico e culturale, e le antiche celle della prigione.

Costo del biglietto: 3,80 €. Noi abbiamo fatto un biglietto cumulativo che comprendeva Palazzo dell’Isola e Castello di Annecy.

Da ottobre a maggio il Palazzo dell’Isola e il Castello si possono visitare gratuitamente ogni prima domenica del mese.

Per informazioni: Palais de l’Île 

Il castello di Annecy

Annecy il castello

 

Amo i castelli, e vi ho già parlato del castello di Fougéres in Bretagna, ottimo esempio di conservazione di fortificazione medievale e di Vitré.

Il castello di Annecy sembra risalire al XII secolo, anche se si è ben noto sia stato spesso oggetto di ricostruzioni e ristrutturazioni anche a seguito di incensi. È stato residenza dei conti di Ginevra e dei duchi del Ginevrino-Nemours.

Nel 1953 il comune ha acquistato il castello dopo lavori di restauro l’ha convertito in museo. Qui vengono ospitate diverse mostre temporanee. Vi è una parte del museo dedicata ad un percorso più naturalistico dove viene spiegato l’ambiente  e la flora dell’alta Savoia, e una parte dove si trova un piccolo acquario, e si ripercorre la storia del lago di Annecy, le sue caratteristiche, la flora e la fauna che ospita. Bellissima la vista sulla città di cui potete godere dal giardino del castello.

Costo del biglietto: 5,50 € per gli adulti, 3€ per i bambini. Gratis fino a 12 anni.

Per informazioni: Château d’Annecy

annecy castello
Vista dal Castello

Altre informazioni: Vitto e alloggio

Annecy è molto carina per passare un weekend o un paio di giorni in tranquillità e farsi coccolare dai suoi paesaggi. Ho trovato la cittadina però un po’ cara per quanto riguarda sia il cibo che gli hotel. C’è da dire, però, che noi ci siamo stati in pieno agosto, quindi era sicuramente alta stagione. Annecy ha una vasta scelta di hotel in cui poter alloggiare, sia dentro il centro storico, che appena fuori.

Noi abbiamo alloggiato Allobroges Park Hotel, che si trovava a meno di 10 minuti dal castello di Annecy e aveva la possibilità di parcheggio auto. Se siete in auto consiglio di prendere un hotel con parcheggio, perchè tutti i parcheggi presenti sono a pagamento.

tartiflette
tartiflette

Per quanto riguarda il cibo consiglio assolutamente di provare la tipica fondue savoyarde (la fonduta della Savoia) e la tartiflette,  un piatto tipico della Savoia composto principalmente da: formaggio reblochon (formaggio francese prodotto in Alta Savoia), patate, e pancetta.  I due ristoranti che mi sento maggiormente di consigliare per questi piatti tipici sono: “l’Alpin” e “Taverne du Freti“. Specialmente presso la Taverne du Freti potrebbe essere difficile trovare posto senza aver prenotato, vi consiglio, dunque di prenotare o di andare lì con largo anticipo.

Per un budget più ridotto invece consiglio:

dove mangiare a Annecy
Credits: Facebook- Tête de Cochon

Tête de Cochon: situato nella Vieille Ville, in Rue Saint Claire, locale dallo stile giovanile, con personale servizievole e simpatico. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

Marmillon: una boulangerie, un panificio con prodotti artigianali buonissimi. Ottimo anche per fare colazione, oppure per un pranzo veloce ed economico. Situata sempre in Rue Saint Claire n° 11.

Per bere una birra in compagnia, dopo o prima di cena, vi consiglio invece il Beer O’Clock. Un’idea di birreria diversa dal solito, è un posto per assaggiare buone birre e sidro artigianali. Il locale propone una ottima selezione di birre, da provare self-service, cioè siete voi a spillarvi direttamente la birra.

 

 

23 commenti su “Annecy:cosa vedere nella “piccola Venezia francese”

  1. Be sembra davvero una Venezia del nord questa bomboniera! Quest’estate abbiamo letto i cartelli durante il nostro on the road Francese ma era troppo lontano dal nostro itinerario!
    Se un giorno tornerò da quelle parti farò sicuramente un salto in questa piccola cittadina! 😀

  2. Ho adorato Annecy, l’atmosfera che si respira la sera seduti ai tavoli dei tanti localini nei dintorni del fiume la ricordo ancora. L’ho visitata in uno dei miei tanti one the road in terra francese, peccato esserci rimasta solo una notte, ma mi sono ripromessa di tornarci presto.

  3. Questo luogo mi ha davvero colpito. Ho salvato il tuo post e ora sto cercando il modo di organizzare un viaggio che lo contempli all’interno dell’itinerario. Mi sembra proprio uno di quei posti in cui mi perderei a fotografare tutto.

  4. Stupenda Annecy.. una vera bomboniera!
    Noi ci siamo stati in inverno e c’era freddo.. perciò non abbiamo fatto la ciclabile.. ma mi piacerebbe provarla con la bella stagione!
    Magari approfittandone per visitare i dintorni 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: